L’Empire Builder le grandi Pianure le Montagne Rocciose e il Glacier National Park Gluten Free

Stati Uniti Senza Glutine Tour in treno da Est ad Ovest è’ un viaggio che consente di riscoprire il valore del tempo, che ci consente di scoprire territori da un punto di vista diverso, non usuale, non automobilistico, un viaggio insomma che solo una strada ferrata può offrirci, con i suoi punti di vista unici.

Parliamo dellEmpire Builder il treno passeggeri nato nel 1929. Un viaggio particolare, un lungo viaggio.

Stati Uniti Senza Glutine Tour in treno da Est ad Ovest

Quali regole

Prima però di salire sul treno diamo qualche indicazione indispensabile relativa al Paese ed alla presenza delle Associazioni.

Il limite ammesso negli Stati Uniti è pari a 20 ppm (particelle per milione), dunque uguale a quello europeo, pertanto la FDA.

La Food and Drug Administration è l’ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici, dipendente dal Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti d’America)

Pertanto un prodotto per essere etichettato e definito “Senza Glutine” deve rispettare questo parametro.

Alcuni aderenti al Cye, in occasione del loro viaggio a New York e Montreal, avevano già segnalato che “molte pietanze, negli Stati Uniti ed in Canada, vengono definite “Senza Glutine” nei menù dei somministratori, ma poi effettivamente non lo sono”.

Questo aspetto, come abbiamo anche più volte ripetuto su questo blog, e dovuto alla diffusione della moda di mangiare Senza Glutine in questi Paesi.

D’altra parte avevamo anche segnalato uno studio effettuato proprio negli Stati Uniti che confermava questa tendenza. Quindi attenti e non fidiamoci della semplice infografica appiccicata alla porta di un locale.

 
Le Associazioni le Fondazioni i gruppi e tutte le aggregazioni del Territorio

Ancora una volta ripetiamo con piacere che, tutte le forme di aggregazione specialistiche e scientifiche forniscono contributi utili, anche e soprattutto agli operatori che forniscono servizi ai celiaci.

Perchè, come abbiamo più volte detto, ed in diverse occasioni in questo stesso blog, l’uso di linee guide consente agli operatori di offrire ai celiaci prodotti e soluzioni privi di contaminazioni da glutine.

L’Associazione

Negli Stati Uniti è attiva, con la consueta attività di formazione informazione e monitoraggio della patologia sulla popolazione, una Associazione Celiaca Nazionale (NCA National Celiac Association) con sede a Needham (Boston) Massachusetts.

Quest’ultima, insieme all’Associazione Canadese della malattia celiaca: CCA Canadian Celiac Association ed all’Associazione Celiaca del Quebec Coeliaque Quebec,  utilizzano i servizi ed i programmi della società GFFD Gluten Free Food Program.

I programmi e le linee guida utilizzati sono preventivamente approvati dalle associazioni Canadesi, per la certificazione dei ristoranti senza glutine (GFRP Gluten Free Restaurant Program), e la certificazione dei produttori di alimenti Senza Glutine (GFMP Gluten Free Manufacturing Programin).

Le Fondazioni

Esiste inoltre una Fondazione Celiaca dal 1990, (Celiac Disease Foundation) la quale finanzia e mette in piedi iniziative internazionali in tre aree principali per porre fine alla sofferenza causata dalla celiachia: ricerca medica, educazione dei pazienti e degli operatori sanitari e difesa delle politiche pubbliche.

Ha la propria sede a Woodland Hills in California.

Ed una Fondazione Nazionale per la Consapevolezza della Celiachia: Beyond Celiac è stata fondata nel 2003 come National Foundation for Celiac Awareness (NFCA).

Alice Bast ha istituito NFCA come il primo gruppo di difesa dei pazienti dedicato al miglioramento dell’ambiente al fine di guidare la diagnosi e consentire l’accesso all’unico trattamento per la celiachia: cibo senza glutine. Ha la sua sede ad Ambler in Pennsylvania.

La fondazione in accordo con la BRCGS ha implementato per i suoi iscritti la certificazione Gluten Free Certification Program (GFCP)

Il Gruppo

E’ presente inoltre un gruppo: il Gluten Intolerance Group (GIG), leader nel settore nella certificazione di prodotti e servizi alimentari Senza Glutine.

In questo momento sta rafforzando il marchio del suo Gluten-Free Food Service (GFFS), che verifica e convalida ristoranti e aziende alimentari che servono cibo senza glutine.

Stanno lanciando un logo ed una segnaletica di nuova concezione che designano gli stabilimenti come “Punti sicuri senza glutine convalidati”.

Ha la propria sede ad Auburn nello stato di Washington

Il nostro viaggio: qualche cenno storico

Per meglio comprendere il nostro viaggio: Stati Uniti Senza Glutine Tour in treno da Est ad Ovest, è utile e necessario qualche cenno storico.

Prima dell’utilizzo delle carrozze passeggeri esisteva già la strada ferrata ed era quella conosciuta come Trans Continentale Statunitense, la più settentrionale del continente.

La ferrovia parte inizialmente dal Minnesota, e poi, gradualmente aggancia altre tratte fino alla realizzazione dell’intera opera che da Chicago arriva a Portland e a Seattle.

Naturalmente è possibile percorrerla nelle due direzioni: da Est ad Ovest (Chicago/ Seattle – Portalnd), oppure da Ovest ad Est (Portald – Seattle/Chicago)

Ma in questo caso vi raccontiamo il nostro viaggio, quello da noi effettuato, e quindi da Est ad Ovest, che tutto sommato rappresenta la storia stessa degli Stati Uniti: le grandi migrazioni da Est ad Ovest.

Il nome della ferrovia

Il Sig. James J. Hill, Canadese arrivato negli Stati Uniti, fin da giovane si era interessato allo sviluppo delle ferrovie, diventando di fatto il “Costruttore dell’Impero”, la cui traduzione letteralmente è appunto “Empire Builder”, questa è la ragione per la quale questa strada ferrata da lui creata fu definita con questo nome.

Prima di diventare un treno passeggeri era il treno di punta della Great Northern Railway. 

La colonizzazione dei territori

James J. Hill non possedeva solo questa ferrovia negli Stati Uniti, ma era certamente quella più importante. Pensa a questa tratta per lo sfruttamento dei territori selvaggi del Nord – Ovest.

Si era spinto a fare tanta pubblicità in Europa, nelle comunità tedesche e scandinave proponendo l’affitto dei terreni ed incentivandoli all’immigrazione negli Stati Uniti.

Aveva dedicato delle carrozze di questo treno a questa attività offrendo un prezzo del biglietto molto basso. E’ questo l’inizio della colonizzazione dei territori deserti del North Dakota e del Montana abitati dai nativi americani (1870 – 1890).

Questa operazione ha consentito la colonizzazione di quei territori, ed infatti Hill si è guadagnato l’appellativo di “Costruttore dell’Impero”. Si è passati dunque dalle diligenze, dai carri alle carrozze dei treni, un salto tecnologico decisamente importante che avrebbe cambiato la storia di questi territori.

Stati Uniti Senza Glutine Tour in treno da Est ad Ovest

La partenza

Il treno per il viaggio Stati Uniti Senza Glutine Tour in treno da Est ad Ovest, parte da Chicago nel pomeriggio. Le sue 145 fermate si percorrono in circa 46 ore per coprire i 3540 Km dell’intero percorso, si trascorrono a bordo due notti.

Il nostro viaggio Gluten Free è effettuato per tappe e dunque vi racconteremo questa soluzione Senza Glutine.

Naturalmente si può organizzare in modo flessibile, dunque aggiungere oppure sottrarre delle notti, dalle tappe in ragione dell’interesse dei viaggiatori per le diverse destinazioni.

Quindici giorni in 40 luoghi

 

Nei quindici giorni sono incluse le tre notti trascorse a Chicago, di cui però parleremo in un prossimo articolo, dedicato appunto alla più grande metropoli dell’entroterra Statunitense.

L’itinerario pertanto risulta essere il seguente:

  • Chicago (Illinois) 3 notti
  • Fargo (North Dakota) 2 notti
  • Minot (North Dakota) 2 notti
  • Wolf Point (Montana) 1 notte
  • Glacier National Park (Montana) 3 notti
  • Whitefhis (Montana) 2 notti
  • Sandpoint (Idaho) 2 notti

E’ un viaggio che non richiede un abbigliamento elegante, anzi, tutt’altro, comodo e casual. Questa scelta ci aiuterà molto nelle diverse salite e discese dal treno. Organizziamo anche un bagaglio comodo, magari con un piccolo trolley nel quale inseriremo tutte le cose necessarie per la durata del viaggio.

Stati Uniti Senza Glutine Tour in treno da Est ad Ovest: Chicago Union Station

La Union Station di Chicago

1. Meglio conosciuta per la sua maestosa Great Hall, spesso inondata di luce soffusa, la Chicago Union Station è il fulcro dei servizi di corridoio del Midwest e dei treni della rete nazionale che servono l’ovest.

Tra i servizi della stazione di Chicago, c’è una lounge Amtrak alla quale è possibile accedere se si possiede un biglietto per il vagone letto, è la Metropolitan lounge.
Nel collegamento trovate tutti i servizi che offre.

Se però avete necessità di menù e/o soluzioni per celiaci prima della partenza evitiamo di consigliarvi i servizi Senza Glutine presenti nella stazione, solo perchè a pochissimi minuti dalla stessa sono presenti diverse soluzioni decisamente più affidabili sotto il profilo della contaminazione incrociata.

Il ristorante tedesco

2. Quello dal quale bisogna necessariamente fare una capatina è il The Berghoff Reastaurant, da 121 anni gestito dalla stessa famiglia immigrata dalla Germania.

Ma soprattutto un locale certificato e monitorato dalla Fondazione Nazionale per Consapevolezza della Celiachia che ha ottenuto e conserva la certificazione Gluten Free Certification Program.

Il ristorante, con annesso bar, è a soli 12 minuti a piedi dalla Stazione. Oltre al servizio al tavolo è possibile chiedere qualche soluzione pratica Senza Glutine da portare via, perchè ricordiamo, che il treno non offre Menù e soluzioni Senza Glutine.

Treno con Glutine e Senza Wifi !

Come abbiamo detto, non vi è alcuna possibilità a bordo di ottenere delle “soluzioni sicure Senza Glutine” pertanto bisogna seguire con attenzione, rispettandolo, il nostro programma di viaggio, per poter partecipare con un esito positivo a questo Tour: Stati Uniti Senza Glutine Tour in treno da Est ad Ovest.

Quindi se è vero che i menù sono porzionati e sigillati prima della partenza dalle società di catering, pensare anche ad una scelta di alimento naturalmente Privo di Glutine comporterebbe comunque dei rischi, perchè eseguite da personale non informato in tal senso.

Siamo convinti che, quando è possibile evitare rischi di probabile contaminazione incrociata, anche se si tratta solo di un probabile rischio, avendo una soluzione alternativa, è comunque sempre meglio evitare.

Il treno si caratterizza con l’offerta di una classe economica con una poltrona abbastanza ampia e comoda che con una semplice manovra di estensione diventa un letto per la notte.

Esistono comunque altre soluzioni di sistemazioni inclusa quella del vagone letto. Chi utilizza questa soluzione ha tutti i pasti inclusi. Il biglietto include anche due bagagli da 23 Kg con misure max di cm 70x55x35 da registrare.

Purtroppo non esiste il servizio Wi-fi, dunque organizzatevi di conseguenza, ma considerate che, almeno durante le ore diurne, i paesaggi sono decisamente interessanti ed unici e meritano tutta la vostra attenzione.

Stati Uniti Senza Glutine Tour in treno da Est ad Ovest: Fargo Teatro

La nostra prima tappa: Fargo

Il tour Stati Uniti Senza Glutine Tour in treno da Est ad Ovest, prevede la la prima sosta a Fargo, ci fermandoci due notti, siamo appena entrati dal Minnesota nel Nord Dakota. Il problema di natura pratico è dovuto all’orario del treno, che arriva a Fargo alle tre di notte.

Dal punto di vista logistico problemi non ve ne sono perchè tutti gli alberghi sono organizzati per il trasferimento dalla Stazione Ferroviaria. E’ evidente che qui non possiamo pensare di trovare i taxi fuori alla stazione ferroviaria.

Non siamo in una città europea, siamo negli Stati Uniti, ma in contesti decisamente diversi dalle capitali. e da quel tipo di servizi, ma come anticipato non è un problema il trasferimento, la struttura che ci ospiterà, su richiesta, organizza anche questo servizio.

La nostra camera…con cucina

3. Noi in questo caso abbiamo scelto il Westin di Fargo del gruppo Marriott, che offre delle ampie camere complete di cucine attrezzate.

Questo non perchè avessimo voglia di proporci in Nord Dakota con personali manicaretti, ma perchè le poco confortanti notizie sull’offerta di Hotel e sistemazioni con servizi per celiaci, ci hanno fatto decidere per avere una soluzione in cui non fossero presenti tali servizi.

Perchè peraltro a fronte di una carenza di strutture certificate per il riposo, vi è una eterogenea e corposa offerta di servizi per celiaci assolutamente affidabili in città.

Il Tempio del Gluten Free a Fargo

4. Ne segnaliamo uno assolutamente interessante che è  il Mehl’s Gluten-Free Bakery, apre in tarda mattinata, e quale migliore occasione per approfittarne subito, siamo arrivati a Fargo in piena notte e dunque la mattina ce la prendiamo un poco comoda.

Il posto è un pò il “Tempio del Gluten Free” al suo interno troviamo di tutto dal dolce al salato, alle pizze, rotoli, muffin, ecc., e l’apertura alle 11.00 per il pranzo è perfetta per noi che ci siamo svegliati con più calma questa mattina.

Naturalmente è possibile accomodarsi anche per una abbondante colazione, rigorosamente Gluten Free, il locale oltre ad avere dei proprietari celiaci è certificato dalla ICS (International Certification Services Inc), che peraltro, diversamente da quanto prescritto dalla FDA relativamente al limite massimo della presenza di glutine pari a 20 ppm per la definizione di prodotto privo di Glutine, applicano uno standard di certificazione che prevede un limite massimo della presenza di glutine di 10 ppm.

L’icona di Fargo

5. Giunti ormai in tarda mattinata, decidiamo di fare un giro per la città, iniziando però proprio dalla stazione ferroviaria nella quale siamo arrivati per ammirare il graffito dell’artista Steve Kunutson proprio su una carrozza del treno.

Stati Uniti Senza Glutine Tour in treno da Est ad Ovest: Fargo Stazione ferroviaria

Qui trovate una mappa con i dodici murales che sono stati realizzati a Fargo, sono decisamente interessanti e meritano certamente una visita, tutti!

Ne esiste addirittura uno del 1949, che viene regolarmente restaurato per evitare che vada perso.

Ricordiamo che Fargo deve la sua nascita proprio alla ferrovia, ed il suo nome riconduce appunto al direttore della ferrovia William G. Fargo coofondatore della grande impresa di diligenze a sei cavalli Wells Fargo Express Company,  servizio sostituito poi con la ferrovia.

Il Film ed il teatro

6. Ma Fargo è legata indiscutibilmente anche alla pellicola cinematografica del 1996 che porta lo stesso nome, che ci mostra questi territori ripresi in inverno con queste praterie innevate. La protagonista vincerà anche un Oscar per questo film.

E Fargo diventa famosa in tutto il mondo anche e soprattutto grazie a questo film. Sulla Broadway c’è questo famoso teatro con un insegna decisamente vistosa, nel 1926 era già un teatro ed una sala cinematografica molto attiva.

Ancora oggi conserva gli interni Decò e la statua di legno che ricorda Marge Gunderson del film. E’ sede ogni anno de Fargo film festival, programmato per il prossimo anno dal 16 al 20 marzo 2021.

Il Plains Art Museum

7. Nella nostra programmazione è prevista la visita al Plains Art Museum  che è appunto un museo di arte delle praterie americane dove cavalcavano bisonti e nativi americani prima della grande immigrazione.

Non dimentichiamoci che il Nord Dakota è ancora uno stato prevalentemente agricolo (è il primo produttore di girasoli ed aveva degli Stati Uniti)

I Bisonti di Fargo

8. In diversi punti della città troveremo 39 statue di bisonti dipinti tutti in modo diverso.

 

Bison è anche la denominazione della squadra locale di football che gode di una fortissima tifoseria soprattutto formata da giovani, non dimentichiamoci che è sede di college ed università, pertanto è una città frequentata da molti giovani, e se avete possibilità di partecipare ad un incontro sportivo non lo dimenticherete facilmente, la partecipazione all’evento da parte dei tifoni e un’esperienza da vivere insieme.

La ex zona industriale diventata Food ed anche Gluten Free

9. Abbiamo utilizzato tutta la nostra giornata a Fargo, tempo speso decisamente bene, e domani continueremo. Ma questa sera andiamo a conoscere un ristorante Gluten Free ai margini del centro, collocato in una parte di un ex edificio industriale.

In verità è tutto il quartiere che è stato modificato, e continua a subire delle trasformazioni ancora in questi giorni, con la creazione di locali, pub, birrifici, ristoranti, tutti collocati in questi vecchi edifici che stanno rivivendo una loro seconda vita. In buona sostanza siamo nella ona del museo di questa mattina.

Uno di questi è Brew Bird che decidiamo di utilizzare per la cena. Brew Bird è una stazione di rimorchio retrò diventata un locale per mangiare funky, dove si utilizzano ingredienti freschi e di qualità, naturalmente tutto Senza Glutine!

Il locale è gestito da un gruppo di giovani creativi che amano il cibo, le bevande, le feste e la comunità. Uno di questi gestori è celiaco ecco perché tutto è senza glutine!. “È successo che ci è piaciuto di più!” sostengono, e dunque propongono tutto Senza Glutine.

Ecco come, la vecchia stazione dei rimorchi, è diventato  una sicura location per la somministrazione di menù Senza Glutine, naturalmente segnalata sia dalla Associazione Nazionale Celiaca degli Stati Uniti che da quella del Canada.

Il Pub…ma non per celiaci!

10. Nelle immediate vicinanze ci sono birrifici artigianali, birrifici con sala giochi, pub, bar, e tanti altri locali che hanno cambiato e stanno cambiando questo pezzo di città, rendendolo vivace.

Uno di questi è il Chubs Pub che rimane aperto fino alle due di notte, dove ogni serata ha un tema: Notte delle signore; Notte di gioco; Giornata di divertimento; ecc. è un posto decisamente interessante, non abbiamo trovato anche delle birre Senza Glutine, ma dobbiamo comunque comunicarvi che non è comunque un locale adatto per i Celiaci.

Stanchi ma contenti di aver visto e fatto tante cose ritorniamo in albergo.

Fargo il film e la cippatrice

11. La mattina seguente, essendoci organizzati per tempo ed avendo portato via da Mehl’s Gluten-Free Bakery, diverse leccornie Gluten Free, la nostra cucina attrezzata ci consente di riscaldare i prodotti e mettere su un caffè, ciò ci consente di non essere legati legati ad orari di alcun tipo e muoverci per effettuare questa seconda giornata a Fargo. Le cose che non possono essere trascurate sono davvero tante.

Ci affrettiamo dunque per raggiungere il centro visitatori Fargo – Moorhead, facendo in modo di essere sul posto per l’apertura alle ore 10.00, per partecipare alla scena del taglialegna di Fargo, diventata ormai un rito, e considerata una delle scene di omicidio più famosa della storia del cinema.

La scena più famosa del film Fargo si trova proprio all’interno del Centro visitatori della I-94 a Fargo, ND, pronto e in attesa di una foto. Non potrai sottrarti a questa foto che poi, ne siamo certi, faranno esplodere di invia i tuoi “amici social”, ti saranno forniti un cappello da trapper (quei cappelli invernali con paraorecchie che si indossano nel film) per scattare la tua foto mentre fingi di spingere una gamba finta nella “cippatrice” di Fargo.

Il Museo dell’aria

12. Il nostro programma prevede, a questo punto la visita al museo dell’aria. Creato nel 2001, il Fargo Air Museum è un’organizzazione senza scopo di lucro che serve a promuovere l’interesse per l’aviazione attraverso l’educazione, la conservazione e il restauro. Il museo è un posto fantastico per conoscere l’aviazione, partecipare al restauro, vedere pezzi di storia in scala reale.

Esistono diverse possibilità di visita dall’audioguida (In inglese) alla guida di un accompagnatore volontario (in inglese). Un museo decisamente interessante, anche per la sua corposa biblioteca sui temi dell’aviazione.

Il locale Caldaia Gluten Free

13. Dopo aver mangiato qualcosa presso la Boiler Room, rientriamo in albergo per riposarci un poco, in previsione della partenza notturna fissata alle 03.30 per la prossima tappa (Minot) che si raggiungerà in circa cinque ore.

Ma il tardo pomeriggio lo dedichiamo allo schopping (il nostro programma di viaggi conterrà anche l’elenco dei 21 migliori posti per fare acquisti nel centro di Fargo) ed alla passeggiata in centro senza meta.

Il Fast Food Americano Gluten Free

14. Con la chiusura dei negozi  facciamo ancora un giro per la città, e poi decidiamo di fare questa esperienza del Fast Food Americano aperto 24 ore dove poi ci verrà a recuperare l’omino che si occupa del trasferimento avendo preventivamente recuperato in albergo i nostri bagagli.

Naturalmente il Fast Food in oggetto è tra quelli che hanno un accordo per le linee guida da seguire sia con l’Associazione Celiaca degli Stati Uniti che con quella Canadese, ed hanno appunto diverse soluzioni Gluten Free.

Minot

Si riparte dunque in notturna per Minot, occorrono 5 ore di viaggio, che decidiamo di trascorrere nelle sistemazioni in cuccetta, per recuperare un poco di energia da spendere poi subito al nostro arrivo.

Da Fargo abbiamo superato Grand Forks, Devils Lake (Il lago del diavolo) e Rugby (il centro geografico degli Stati Uniti) per arrivare nella “città magica”, fondata nel 1887 quando la Great Northern Railway si accampò per l’inverno.

La tendopoli crebbe così rapidamente fino a diventare una vivace popolazione di 5.000 persone in cinque mesi.   Oggi ha una popolazione di circa 40.000 abitanti 16.000 dei quali (circa il 40%) sono Scandinavi.

A Minot si svolge infatti il più importante e nordico festival di tutto il Nord America: Norsk Hostfest (North America’s Largest Nordic Festival). Il prossimo è programmato dal 30 settembre al 2 ottobre 2021.

Il nostro albergo di Minot

15. Arriviamo all’ora di colazione, il nostro trasferimento programmato all’interno del nostro programma: Stati Uniti Senza Glutine Tour in treno da Est ad Ovest, è pronto ad attenderci per portarci in albergo. Al Wingate di Wyndham Minot sostengono che pur non avendo alcun accordo con Associazioni, Fondazioni e gruppi celiaci riescono a fornire una colazione priva di contaminazione da Glutine. Noi non ci fidiamo e vogliamo vedere per comprendere quale è il livello di organizzazione in merito a tale aspetto.

In effetti i prodotti Gluten Free sono opportunamente separati e confezionati in monoporzioni, tutti gli altri, naturalmente privi di Glutine, sono adeguatamente separati e divisi dalle possibili fonti di contaminazione.

In ogni caso lo scegliamo anche per la location, molto pratica ed adiacente al centro commerciale Dakota Square che ci tranquillizza per la presenza di diverse soluzioni (Ristoranti, Fast Food, cremerie, bar, ecc.) per celiaci che seguono le linee guide delle associazioni, fondazioni e gruppi celiaci

Ricordiamo sempre l’aspetto della contaminazione, di cui abbiamo già parlato in questo blog, perchè è fondamentale per una corretta dieta Aglutinata.

Minot Parco ScandinavoIl Parco Scandinavo

16. Preso possesso della camera e fatta una abbondante colazione partiamo per il nostro programma. E la prima cosa nella quale necessariamente ci si imbatte è il Lo Scandinavian Heritage Park.

E’ un luogo incredibile in cui ritroviamo il mondo scandinavo come in nessun altro luogo. Il parco conserva le imitazioni, in scala reale, di monumenti ed attrazioni dei cinque Paesi Scandinavo (Danimarca, Finlandia, Islanda, Norvegia e Svezia). Avete la possibilità di entrare in un vero Stabbur , esplorate la replica in scala reale della Stave Church , e camminate intorno al cavallo svedese Dala alto circa 8 metri. sono solo alcune delle attrazioni del parco.

Minot Parco ScandinavoLa bistecca di bufalo e Al Capone

17. Naturalmente la mattinata è volata via senza che ce ne accorgessimo, e dunque all’ora di pranzo andiamo alla LongHorn Steakhouse di Minot per gustare una bistecca di “bufalo”.

Il ristorante è segnalato dall’Associazione celiaca nazionale unitamente a quella Canadese, hanno diverse soluzioni Gluten Free e seguono un protocollo abbastanza rigido per evitare la contaminazione incrociata.

Ricordiamo che, durante il periodo del proibizionismo, a Minot, come tutti gli stati di confine, si era sviluppato un commercio illegale di alcool tra il Canada e gli Stati Uniti, naturalmente gestito da “AL Capone”. Esistono ancora oggi questi attraversamenti segreti tra i due Paesi utilizzati appunto per il commercio illegale. Se volete curiosare in tal senso fateci sapere sapremo indicarvi quali sono ancora disponibili e visibili.

Il museo dell’aria del Territorio

18. Nel pomeriggio ci dedichiamo alla storia del territorio: Il Dakota Territory Air Museum è appunto un deposito storico che ci parla di donne uomini e macchine che hanno avuto un impatto sulla storia dell’aviazione territoriale.

Rientriamo in albergo per il giusto riposo, per poi uscire di nuovo più tardi per goderci il centro di Minot, dove andremo a scoprire anche un ristorante americano Gluten Free

Il ristorante Americano Senza Glutine

19. Un ristorante con una Lounge molto interessante ed insolita, è il ristorante Americano 10 North Main in pieno centro a Minot, segnalato ed indicato dalle diverse Associazioni e Fondazioni Americane, ha diverse e svariate scelte per i celiaci.

Siamo abbastanza tranquilli, perchè attraverso alcune azioni elementari si comprende subito che il personale al quale ci siamo rivolti risulta essere formato ed informato sui comportamenti da tenere per evitare la contaminazione incrociata, purtroppo, dobbiamo dire, che in giro per il Mondo, a fronte di una crescita costante di locali e servizi Gluten Free non corrisponde una crescita altrettanto costante in merito appunto a queste conoscenze.

Base aeronautica di Minot

20. Avendo prenotato per tempo (vi ricordiamo che occorrono almeno 4 settimane di preavviso per partecipare al tour) questa mattina siamo tra i visitatori del tour della base militare di Minot, il tour è gratuito, ma appunto bisogna organizzarsi con congruo anticipo per partecipare al tour (solo ed esclusivamente in lingua inglese). Non è possibile effettuare questa visita da novembre a gennaio.

Il tour, da un lato ci consente di comprendere quanta tecnologia sia utilizzata (ed ai visitatori ne viene mostrata solo una piccola parte naturalmente) per i fini della sicurezza territoriale, e dall’altra ci fa capire come , purtroppo , queste macchine estremamente tecnologiche hanno un potere di distruzione di difficile immaginazione.

Un’esperienza che facciamo nostra come bagaglio culturale, nella speranza che queste macchine non siano mai utilizzate per lo scopo per il quale sono nate.

Il Frullato Senza Glutine

21. La visita si è protratta oltre l’orario previsto, pertanto prima di rientrare in albergo decidiamo di sostenerci per qualche ora con  dei frullati di frutta rigorosamente Gluten Free, che scegliamo tra le proposte di Orange Julius presente all’interno del centro commerciale adiacente alla nostra sistemazione.

E’ una catena di negozi che somministrano frullati di frutta Senza Glutine secondo le indicazioni e le linee guida delle Associazioni Americane e Canadese, fa parte del gruppo DQ Happy Tastes Good che è  sempre partner delle Associazioni descritte.

Il centro di Minot e il Buffalo Wings & Rings

22. Dopo il meritato riposo di metà giornata, il nostro programma prevede una passeggiata in centro a Minot e quindi in serata a cena per gustare la specialità del Nord Dakota: il Luccio impanato, rigorosamente Gluten Free, peraltro  il Buffale Wings & Rings somministra anche qualche buona birra artigianale Senza Glutine.

Il locale è certamente di interesse per le molteplici proposte Senza Glutine, hanno anche queste discutibili soluzioni nel menù definite “a basso contenuto di glutine” che naturalmente vi invitiamo a non prendere in considerazione, perchè non indicate per i celiaci.

Le soluzioni indicate per tutti coloro che hanno necessità di rispettare una dieta aglutinata sono solo ed esclusivamente quelle Senza Glutine, presenti peraltro in numero decisamente più importante nel menù del ristorante.

Praterie riserve e Nativi d’America

Dopo la colazione in albergo ripartiamo, Stati Uniti Senza Glutine Tour in treno da Est ad Ovest prevede di raggiungere il Montana, in circa 2 ore e trenta minuti. Vi invitiamo, ad utilizzare le carrozze panoramiche con poltrone girevoli, disponibili per qualsiasi viaggiatore, ne approfittiamo perchè con la luce del mattino i paesaggi hanno un “sapore visivo” decisamente diverso dalle ore pomeridiane e notturne che abbiamo utilizzato fino a questo momento per spostarci.

In queste praterie classiche settentrionali sono stati fatti i più importanti ritrovamenti di dinosauri, brontosauri e tirannosauri, terre geologicamente molto antiche insieme a quelle del Montana e del South Dakota.

La riserva degli Assiniboine & Sioux

Raggiungiamo Wolf Point alle 11.30, siamo in un territorio in cui è presente una delle più grandi riserve degli indiani nativi d’America, territorio della cultura Sioux, quindi abbiamo una presenza molto importante di queste tribù, nel Montana, che ricordiamo essere il quarto stato per dimensione di tutti gli Stati Uniti, ci sono ben sette riserve.

Entrando a Wolf Point stiamo entrando proprio nella riserva indiana di Fort Peck Tribes è una riserva abbastanza vasta degli Assiniboine, tribù che ha resistito allo sterminio dei bianchi.

Stati Uniti Senza Glutine Tour in treno da Est ad Ovest: Fort Peck

Quando nel 1930 vi fu l’inaugurazione del ponte ferroviario Bridge a Wolf Point il taglio del nastro fu effettuato da una donna indiana.

A Wolf Point si tiene anche il più antico pro-rodeo del Montana, il Wild Horse Stampede, ogni secondo fine settimana di luglio. Wadopana Pow-wow è il pow-wow tradizionale più antico del Montana. La festa è sempre il primo fine settimana di agosto.

 

Diverse sono poi le celebrazioni annuali delle tribù di Fort Peck:

  • Red Bottom Celebration a giugno
  • Badlands Celebration a giugno
  • Fort Kipp Celebration a luglio
  • Wadopana Celabration ad agosto
  • Poplair Indian days a settembre
Pernottamento in Motel…oppure in Historic Hotel?

23. Il nostro trasferimento programmato ci accoglie alla stazione per condurci in una delle pochissime sistemazioni presenti nella riserva il Motel Homestead Inn.

Naturalmente non possiamo pensare di ottenere delle soluzioni di pernottamento Gluten Free in posti di questo tipo, ma lo sappiamo, e dunque il nostro programma di viaggio prevede le soluzioni per evitare, in ogni caso, l’assunzione di Glutine.

Prendiamo in consegna la camera, sistemiamo i bagagli e facciamo un salto al locale mc donalds per mangiare di corsa qualcosa dal menù Gluten Free. Ricordiamo che la nota catena di fast Food ha sottoscritto un accordo sia per gli Stati Uniti che per il Canada con le rispettive Associazioni celiache locali, pertanto, qualche soluzione, anche se surgelata la si riesce a recuperare.

Ci teniamo a fare una precisazione per il pernottamento: il nostro programma di viaggio prevede un solo pernottamento a Wolf Point, e dunque dobbiamo accontentarci della prima soluzione, la più utile, pratica, e non lontana dalle attività del nostro programma di viaggio. Nel caso in cui però, su questa destinazione si decidessero di 24. effettuare più pernottamenti, sarebbe opportuno scegliere un hotel ricco di storia, magari sul lago, quello appunto di Fort Peck Hotel del nostro programma

Il Museo delle tribù

25, Facciamo molto rapidamente perchè il nostro trasferimento era stato programmato soprattutto per portarci a Poplar al  Sioux Culture Center and Museum.

Il Museo è collocato nella vecchia prigione della tribù del 1920, pertanto è esso stesso reperto storico, ma al suo interno troviamo la cultura delle tribù raccontata attraverso l’arte, l’artigianato e i reperti storici. Le collezioni dei nativi si trovano nelle celle. Il Museo è aperto da Giugno a Settembre. E’ un’esperienza decisamente interessante.

Stati Uniti Senza Glutine Tour in treno da Est ad Ovest: rodeo

Il Rodeo

26. Evidentemente il nostro programma non poteva non prevedere la partecipazione (come spettatori naturalmente) ad un rodeo. Dunque il nostro transfer, ormai diventato il nostro riferimento locale, senza indugi ci catapulta in una questa attività adrenalinica, molto bella e gratificante, a vedersi, probabilmente meno partecipandovi attivamente. Non avevamo mai visto un rodeo in una riserva, esperienza molto interessante, soprattutto per tutto quello che è preparazione ed organizzazione.

Il micro birrificio…non per celiaci

27. La necessita impellente al termine de rodeo è quella di farsi una doccia, abbiamo accumulato un gran quantità di polvere in ogni dove, passiamo quindi rapidamente in motel, per poi arrivare di corsa a visitare il micro birrificio di Kate con relativa sala per la somministrazione, dove naturalmente si può mangiare qualcosa.

Purtroppo però dobbiamo segnalarvi che non è un locale, nè tanto meno un birrificio, per celiaci, pertanto se proprio volete assumere qualcosa vi invitiamo a farlo con molta attenzione e parsimonia. Hanno anche delle birre stagionali molto buone, ma ripetiamo contengono glutine, così come i menù, quindi fare molta attenzione alla scelta dei prodotto naturalmente privi di Glutine.

Più distrutti che stanchi, ritorniamo in motel per il meritatissimo riposo.

Il Museo ed il Ponte

28. La mattina seguente facciamo un’attenta colazione, scegliendo solo ed esclusivamente prodotti naturalmente Senza Glutine e comunque privi di lavorazioni che avrebbero potuto contaminarli. Ci avviamo subito al The Wolf Point Museum che aprì nel 1972, contiene oggetti appartenuti ai primi pionieri, che arrivarono a fine ‘800 ed agli insediamenti tra il 1914 e 1915.

29. Terminata la visita del museo, e non potendo andare via da Wolf Point senza vedere il famoso ponte, Wolf Point Bridge facciamo una rapida visita ravvicinata di questa opera ingegneristica del 1930

Naturalmente in ragione delle date del viaggio si può scegliere di partecipare ad alcuni eventi che sono regolarmente programmati in alcune date.

Glacier National Park

 

30. Ma adesso dobbiamo correre in stazione per recuperare il nostro treno alle 11.40 per la tappa successiva del nostro viaggio. Il nostro programma: Stati Uniti Senza Glutine Tour in treno da Est ad Ovest, ci porterà sempre più vicini alle Montagne Rocciose, nei pressi delle quali il treno raggiunge un’altezza di circa 1500 metri, è la ferrovia più alta di tutti gli Stati Uniti. Cerchiamo di utilizzare anche in questo caso la carrozza panoramica, i paesaggi che attraverseremo in questa tratta e che ci conducono  al Glacier National Park sono unici.

La ferrovia lambisce il Parco effettuando ben tre fermate in prossimità dello stesso (East Glacier Park; Essex e West Glacier). E’ un Parco stagionale fondato nel 1910, apre a metà giugno e chiude alla fine di settembre. E’ patrimonio dell’Unesco  e riserva della biosfera.  Nonostante nel corso degli anni si siano ridotti  considerevolmente è il parco con il maggior numero di ghiacciai esistenti. Nella cartografia si vede chiaramente l’unica stada che attraversa il parco (Goin-To-The-Sun Road).

 

Ad est del parco a Browhing abbiamo una  delle più grande riserve indiane, quella dei Piedi Neri.

Una parte importante del tour Stati Uniti Senza Glutine Tour in treno da Est ad Ovest e dedicata ai Nativi Americani ed alle loro riserve

31. Dopo circa nove ore di percorrenza siamo a West Glacier, abbiamo volutamente superato le prime due fermate adiacenti il parco (East Glacier Park ed Essex ) perchè le strutture, nonostante siano di categorie medio alte, non garantiscono l’assenza di contaminazione da Glutine, questo è il motivo per il quale per i nostri viaggiatori celiaci suggeriamo di soggiornare ad Ovest del parco in prossimità di Columbia Falls, Whitefish e Kalispell al Lake McDonald Lodge

Il Lodge e il parco

32. Qualcuno può eccepire che il Glacier Park Lodge del 1913, struttura di immenso fascino, non si può non utilizzare arrivando in questo parco. Noi confermiamo che non è adeguata per i viaggiatori celiaci, e se proprio volete utilizzarla evitate l’uso di tutti i servizi esposti alla contaminazione incrociata (colazioni, pranzi, cene e aperitivi al bar), che per dichiarazione formulata dalla stessa struttura, non possono garantire che i servizi siano privi di contaminazione da Glutine.

Stati Uniti Senza Glutine Tour in treno da Est ad Ovest: Glacier National Park

33. Noi confermiamo la nostra location presso lApgar Village Lodge & Cabin a West Glacier nel punto più bello del ghiacciaio, in una posizione, nei dintorni della quale sono presenti e disponibili altri e diversi servizi e soluzioni per celiaci. Anche se poi nei prossimi giorni ci sposteremo a Browning nella più grande riserva dei piedi neri per assistere all’evento annuale (il 2° weekend di luglio per quattro giorni) North American Indian Days

Stanchi ma intensamente soddisfatti per aver studiato chilometro dopo chilometro il trasferimento su cartografie cartacee, (ricordatevi sempre che in treno non esiste la connessione wifi, e se non avete preventivamente caricato le mappe prima della partenza, il telefonino e/o altri ausili non possono aiutarvi in questo senso) esplorato con cannocchiale ed immortalato il paesaggio con foto ed appunti, recuperiamo il trasferimento programmato per raggiungere il Village ed il nostro cabin.

Decidiamo per il cabin con cucina, intanto perchè le posizioni sono uniche sul lago, e la cucina ci consente la preparazione di un caffè appena svegli prima di raggiungere il West Glacier Cafè per la prima colazione. Una doccia ci rende vigili per la cena presso lo stesso West Glacier Cafè, dove sono disponibili diverse soluzioni Gluten Free.

Il Parco dei Ghiacciai e la Going-to-the-Sun

E’ certamente uno degli elementi salienti del tour Stati Uniti Senza Glutine Tour in treno da Est ad Ovest

34. Fondato nel 1910 e collegato al Waterton Lakes National Park in Canada, il Glacier National Park forma, ormai dal 1932, il primo International Peace Park del mondo. “Le Rocciose del nord”, ci regalano scenari unici, tutto si svela attraversando la Going-to-the-Sun, 85 chilometri  di scenografie naturali che variano ad ogni chilometro.

Due catene montuose, 175 montagne (la più alta Mt. Cleveland di 3184 metri), 26 ghiacciai (nel 1850 ne esistevano circa 150), oltre 130 laghi, 24 specie di pesci, 68 specie di animali, 277 specie di uccelli, 1990 specie di piante sono i componenti di questo spettacolo unico della natura.

Vi diciamo con assoluta certezza che anche in 7 giorni all’interno del parco riuscireste a fare e vedere cose sempre diverse, noi purtroppo dopo tre giorni, intensi, fantastici, unici, con giornate sempre piene dobbiamo andare via a malincuore. Resta comunque un’esperienza unica che ricorderete per la vita, da settembre a marzo esiste la possibilità di vedere anche le aurore boreali.

Whitefish ed il lodge sul lago

35. Il New York Times ha inserito Whitefish Montana, tra i 52 posti del mondo da visitare. Nominata una delle “25 migliori località sciistiche del mondo” dal National Geographic. Non potevamo non inserire la destinazione nel nostro “Stati Uniti Senza Glutine Tour in treno da Est ad Ovest”

Stati Uniti Senza Glutine Tour in treno da Est ad Ovest: Whitefish

36. Dalla stazione di West Glacier i circa 20 minuti di percorrenza che la separano da Whitefish volavo, e ci ritroviamo catapultati in uno scenario altrettanto interessante ed unico: la sala da pranzo del Boat Club del The Lodge sul lago dove, purtroppo, ci fermeremo solo una notte. Inutile aggiungere che lo Chef Thomas Newton garantisce soluzioni Senza Glutine prive di contaminazione da Glutine.

A Whitefish esiste solo l’imbarazzo della scelta nella stagione estiva: tour privato in barca, gite panoramiche in seggiovia, escursioni, tour in teleferica, scivoli alpini, mountain bike in discesa con accesso agli ascensori, parco avventura aerea, pesca sul lago, paddle boarding, rafting sulle rapide, tour in idrovolante e/o in mongolfiera, golf, ecc. Insomma esiste solo l’imbarazzo della scelta tra le tante disponibilità possibili.

Se decidete di rimanere in città più notti e avete la necessità di esplorare la cucina del Montana in più location siamo in grado di fornire soluzioni Senza Glutine raccomandate dalle associazioni celiache locali e Canadese

Stati Uniti Senza Glutine Tour in treno da Est ad Ovest

Sandpoint Spokane e rientro

La nostra giornata a Whitefish vola, il nostro tour “Stati Uniti Senza Glutine Tour in treno da Est ad Ovest” ci impone di prepararci per ritrovarci la sera alla stessa ora di arrivo della sera precedente, a ripartire per Sandpoint, unica fermata nello Stato di Idaho, nostra ultima notte in una sistemazione sul lago Pend Oreille (è il lago più esteso e più profondo dello Stato).

37. Ci sistemiamo nel boutique hotel The Lodge at Sandpoint, purtroppo per una sola notte.

38. Nella nostra ultima giornata di viaggio riusciamo a fare la crociera sul lago per l’osservazione delle aquile, narrata da un biologo (in lingua inglese), molto interessante e suggestivo lo spettacolo naturale.

39. 40. Riusciamo anche a visitare e fare una degustazione in Winery (Sandpoint ha una tradizione vinicola molto importante) prima del rientro a Spokane (nello stato di Washington), dove, purtroppo, ahinoi ci attende un’aereo che ci riporterà in Europa.

Se volete trovate alcune soluzione sul nostro portale Viaggi per Celiaci, ma se avete bisogno anche solo di informazioni contattateci pure che vi forniremo tutte le notizie utili per la realizzazione di un viaggio indimenticabile.

 

A presto Linda & Antonio

Dai un’occhiata agli altri post:
Chicago Senza Glutine
Chicago Senza Glutine quattro giorni in 28 luoghi

Chicago Senza Glutine quattro giorni in 28 luoghi Eccoci...solo un pò di storia Come promesso nell'articolo del tour in treno Read more

Viaggio Senza Glutine nel Mediterraneo

I Paesi del Bacino Un viaggio gastronomico Senza Glutine nel Mediterraneo attraverso i piatti tradizionali naturalmente Senza Glutine, dei Paesi che Read more

Kilimanjaro Senza Glutine
Kilimanjaro Senza Glutine

Quale è la situazione dei Servizi Gluten Free oggi in Tanzania Kilimanjaro Senza Glutine, vi raccontiamo come fare Fino a Read more

Islanda Senza Glutine Costa Meridionale
Islanda Senza Glutine Costa Meridionale

Islanda Senza Glutine Costa Meridionale Come abbiamo detto nell'articolo precedente suddividiamo gli articoli del nostro programma di viaggio in itinerari Read more