La Costa degli Dei Gluten Free. Dove siamo, in Calabria naturalmente. In quella Regione che ormai è riconosciuta come meta turistica nazionale ed internazionale da tempo.

Non è un riconoscimento casuale, il territorio eterogeneo, la storia, la cultura, la diversificata offerta turistica e  le eccellenze del settore agroalimentare hanno contribuito in modo importante affinché si concretizzasse  questo status.

Sono tutti valori che sono stati riconosciuti e continuano tutt’ora a conservare la propria autorevolezza.

E’ di questa settimana la notizia che il Geoparco  Aspromonte entra a far parte dell’Unesco Global Geoparks, la rete mondiale dei Geoparchi Unesco.

Siamo nel cuore del Mediterraneo, sono 800 i chilometri di coste, all’interno delle quali si coltivano ancora oggi antiche varietà vegetali altrove perdute.

Questo suo essere conservatrice Le ha consentito di farci conoscere queste varietà andate perse in altre location.

Dobbiamo anche riconoscerLe  di essere stata la prima Regione italiana a mettere al bando l’uso del glifosato.

Valorizzando e sostenendo l’agricoltura biologica, a garanzia della qualità dei prodotti agroalimentari e della salute dei consumatori.

 

Dieta Mediterranea

Ma è stata anche la Regione che ha deciso di proteggere la Dieta Mediterranea, Patrimonio Immateriale dell’Umanità dell’Unesco.

Lo ha fatto con una propria legge approvata a fine 2017, che ne riconosce le origini a Nicotera. 

Destinazione dove lo scienziato Ancel Keys nel 1957 ha coniato questa denominazione per quello che è lo stile alimentare che nel tempo si è rivelato tra i più equilibrati e portatori di benessere al mondo.

In questa destinazione, tra il ‘57 e il ‘69, lo scienziato studiò la particolare longevità della popolazione locale e la associò al consumo quotidiano dei prodotti del territorio.

Dal 2010 la Dieta Mediterranea è Patrimonio Immateriale dell’Umanità dell’UNESCO, un’eredità culturale che la Calabria ha deciso di proteggere con un’apposita legge approvata a fine 2017.

 

Costa degli Dei Gluten Free

La Costa degli Dei Gluten Free

Abbiamo compreso che siamo in Calabria, dunque adesso facciamo il passo successivo, abbiamo citato Nicotera pertanto ci troviamo sulla Costa Degli Dei.

Ed è il viaggio su questa Costa che vogliamo raccontarvi oggi, che con il suo entroterra è in grado di fornire esperienze che solo questi territori possono offrire.

Il nostro programma La Costa degli Dei Gluten Free, considera soprattutto queste azioni.

Azioni che sono state poste in essere per la valorizzazione dei borghi sparsi su tutto il territorio, che diventano parte integrante del programma di viaggio.

Inserisce nello stesso le tradizioni enogastronomiche uniche e non replicabili, naturalmente proponendole nella forma Senza Glutine.

Queste sono solo alcune delle scelte incluse nel nostro programma, che ci consente di cogliere l’esperienza enogastronomica del territorio, non a caso uno dei maggiori punti di forza del territorio.

Dei circa 800 chilometri di costa Regionali ne prenderemo in considerazione meno del 10%, circa 60 per raccontarvi  La Costa degli Dei Gluten Free.

Da Pizzo Calabro a Nicotera, i paesaggi sono costituiti da spiagge da sogno, candide, mare cristallino e fondali ricchi adatti ad attività sportive da immersione.

Percorrendo la strada che corre lungo la costa da nord a sud si incontrano Borghi che meritano tutti di essere visti e vissuti.

Vibo ValentiaBriatico, Zambrone, Parghelia, Tropea che si è aggiudicata proprio ieri l’edizione 2021 dei borghi più belli d’Italia, Ricadi, Joppolo e Nicotera.

 

La posizione strategica dei Borghi ed il suo territorio

Pizzo Calabro è letteralmente aggrappato al suo un promontorio tufaceo a picco sul mare, in una posizione strategica ed unica lungo la costa del golfo di S. Eufemia.

Il Borgo è noto e conosciuto soprattutto per il Castello di Gioacchino Murat, e naturalmente per il suo gelato Tartufo di Pizzo anche Senza Glutine.

A poco meno di 30 chilometri in direzione sud Tropea borgo più bello d’Italia 2021. La “perla del Tirreno” è, senz’altro uno dei luoghi più frequentati in Calabria dal turismo nazionale e internazionale.

Il suo centro storico, nella parte alta del paese, a circa 60 metri sul sul livello del mare consente di avere a disposizione una vista unica.

Dalla spiaggia di sabbia bianca alla parte bassa del paese a ridosso del mare e del porticciolo, alle Isole Eolie il paesaggio è di una bellezza e vastità da togliere il fiato.

Non dimenticate, se siete in zona a luglio, la sagra del Pesce Azzurro e quella della cipolla rossa di Tropea, altro prodotto celeberrimo della regione, si svolgono a luglio.

Il nostro programma La Costa degli Dei Gluten Free, spingendosi più a sud  si imbatte in un’ altro promontorio quello di Capo Vaticano.

Siamo nella frazione di San Nicolò del comune di Ricadi poco all’interno rispetto alla costa.

I suoi 124 metri di altezza sul mare sono costituiti da uno speciale granito bianco-grigio studiato in tutto il mondo per le sue  particolarità geologiche.

I suoi fondali ricchi di pesce hanno reso Capo Vaticano una destinazione ricercata per sub e turisti.

Ma non trascurate il suo interessate entroterra dove si trovano prodotti tipici come la ‘nduja di Spilinga e il pecorino del Monte Poro.

 

Costa degli Dei Gluten Free

Il Parco Regionale

Una delle spiagge più frequentate della Costa degli Dei è all’estremo sud, quella di Nicotera.

E’ doveroso ricordare agli amanti delle escursioni nella natura che l’entroterra regala posti come il Parco Naturale Regionale delle Serre.

Oltre 17.000 ettari divenuti area naturale protetta nel 2004. Il suo valore è sostanzialmente paesaggistico-naturale, con la presenza diffusa di boschi e foreste, macchie mediterranee, pascoli e coltura agrarie.

All’interno del parco è notevole l’importanza dei luoghi di culto.

Una testimonianza importante in tal senso è rappresentata dalla secolare Abbazia dei Monaci Certosini di Serra S. Bruno.

Una delle poche rimaste ancora in attività, che conserva anche la tomba di San Bruno di Colonia, fondatore dell’Ordine dei Certosini).

Il nostro viaggio La Costa degli Dei Gluten Free contempla necessariamente una parte interna, che in questo caso per la durata del viaggio è solo accennata.

Ma con un giusto numero di notti vi consentirà di scoprire le numerose sorgenti, i torrenti, le fiumare e suggestive cascate, come quelle imponenti del Marmarico.

Il parco è popolato per quanto riguarda la fauna, da cinghiali, volpi, tassi, gatti selvatici, donnole, faine, lepri italiche.

Tra gli uccelli, da aironi cinerini, gufi reali, upupe, falchi pellegrini e picchi verde, rosso e nero. Una tappa imperdibile per l’osservazione di queste specie.

Come ci si arriva
  • In auto se si arriva dalle Regioni limitrofe, in questo caso, in ragione del tratto autostradale percorso.Siamo in grado di offrire indicazioni sulle aree di servizio autostradali che forniscono un servizio Senza Glutine in sicurezza
  • In treno se si arriva praticamente da qualsiasi parte d’Italia.Diciamo subito che sui treni Trenitalia (Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca), grazie all’accordo di collaborazione con l’AIC (Associazione Italiana Celiachia), è possibile trovare prodotti Gluten Free, sostanzialmente confezionati con marchio Schar e non solo.Anche Italo Treno – Nuovo Trasporto Viaggiatori offre, attraverso il servizio ItaloTaste (un servizio di ristorazione al proprio posto), alcune soluzioni Gluten Free.E’ necessario precisare che l’offerta a bordo treno dei prodotti per celiaci è volontaria, dunque a discrezione delle società di catering che erogano il servizio.Ad oggi non esiste una norma che regola questo servizio.
  • In Treghetto, il porto di Vibo Valentia è collegato alla Sicilia con Milazzo.
  • In Aereo, l’aeroporto di prossimità è quello di: Lamezia Terme, del quale possiamo fornire, nel dettagliato programma di Viaggio Senza Glutine, come già fatto per quello di Fiumicino, tutti i servizi Gluten Free disponibili.

 

Il nostro viaggio Costa degli Dei Gluten Free

Il nostro viaggio impegna un lungo fine settimana da giovedì sera con rientro domenica sera quindi quattro giorni tre notti.

E’ decisamente il minimo indispensabile programmabile in una destinazione con queste caratteristiche.

Partiamo da Roma e dunque il nostro trasporto è un volo su Lamezia Terme. Se avete necessità di servizi per celiaci in aeroporto a Fiumicino ne abbiamo parlato in un precedente articolo.

In arrivo in aeroporto ritiriamo la vettura prenotata e ci portiamo presso la struttura  dove soggiorneremo.

Trattandosi di un viaggio Fly & Drive è indispensabile la vettura per lo spostamento tra i diversi Borghi e location.

Naturalmente valuteremo diversamente soluzioni di viaggio ed attività in relazione alla composizione dello stesso.

La nostra location di Soggiorno Senza Glutine 

Il piccolo hotel vicino al mare sarebbe stato più baricentrico rispetto alla location del nostro viaggio.

Ma non avendo disponibilità abbiamo dovuto “accontentarci” del resort a 80 metri sul livello del mare a Capo Vaticano.

Sono scelte che bisogna compiere anche in ragione della durata del viaggio. E’ noto che nel periodo di maggior richiesta molte strutture hanno come limite minimo di pernottamento 7 notti.

E’ appunto il caso di una prima soluzione in Villaggio a Marina di Zambrone in cui è possibile soggiornare con il proprio animale da compagnia.

Una seconda soluzione in Resort è sempre nella stessa Location, anche qui è possibile il soggiorno con il vostro animale da compagnia.

Un’altra soluzione, molto affascinante come soggiorno, è il Country Resort di Maierato.

Ma anche in questo caso, in occasione della stagione estiva sono previsti soggiorni di almeno 7 notti, ed in questo caso sarebbe stato decisamente decentrato rispetto alla destinazione del nostro viaggio.

E’ necessario aggiungere che tutte le soluzioni sopra riportate sono servizi per Celiaci che hanno aderito e fanno parte del network AFC (Alimentazione Fuori Casa) di AIC (Associazione Italiana Celiachia)

Arriviamo in orario in aeroporto, le pratiche per il ritiro dell’autovettura sono rapide e quindi arriviamo in albergo in tempo per fare il check – in ed anche una doccia.

Ceniamo quindi presso la struttura che ci ospita che, come abbiamo visto sopra, è una struttura che fa parte del network AFC (Alimentazione Fuori casa) di AIC (Associazione Italiana Celiachia).

Nel programma di viaggio La Costa degli Dei Gluten Free che consegniamo ai nostri clienti, ci saranno anche tutte le soluzioni ed i servizi per Celiaci, incluse quelle presenti all’interno dell’aeroporto di Lamezia Terme.

 

Tropea Borgo più bello d’Italia 2021 Senza Glutine

Dopo cena dunque raggiungiamo il centro storico di Tropea.

Anche in un momento in cui non ne sapevamo ancora nulla della designazione a Borgo più bello d’Italia, come abbiamo visto sopra, abbiamo dato la precedenza a Tropea.

Nel momento in cui si arriva in questo territorio non si può non dare la precedenza a questo centro storico.

Vivo, colorato, a 70 metri sul livello del mare, ed anche il nostro programma La Costa degli Dei Gluten Free non fa eccezioni in tal senso.

La leggenda racconta che Tropea sia stata fondata da Ercole di ritorno dalle Colonne d’Ercole.

E’ opinione diffusa, soprattutto tra i nostri connazionali, che Tropea sia solo una destinazione balneare.

Certo ha un mare incredibile, ma anche il viaggiatore poco attento si accorge di quanto questo posto sia una risorsa, storica, culturale, paesaggistica e naturale.

 

Il Santuario della Patrona

Avvicinandosi all’abitato la cupola del Santuario della Madonna di Maria Santissima di Romania del 1100 dell’isola non passa inosservata.

Vi ricordiamo che Tropea ha una ztl (Zona Traffico Limitato) attiva tutto l’anno.

Gli scorci che si aprono sul mare sono incredibili, nei giorni con meno foschia si vedono molto bene le isole Eolie.

La passeggiata per il centro consente di scoprire numerose botteghe di artigiani di tessuto ferro e terracotta, naturalmente si scorgono anche i palazzi nobiliari del 700 e dell’ 800.

La nostra visita ci porta quindi in Largo Ercole, cuore di Tropea, location dalla quale si raggiunge senza difficoltà Palazzo Toraldo, che conserva una collezione di reperti archeologici, e Villa Braghò.

I punti che consentono l’affaccio sul mare e sulla parte bassa del Paese sono Largo Migliarese, Largo Galluppi, e Largo Villetta.

Naturalmente un discorso a parte merita invece il Santuario della Madonna dell’isola posto di fronte alle Isole Eolie, e dal quale l’affaccio sul mare è unico.

Terminiamo la nostra visita a Tropea e rientriamo in albergo

 

Costa degli Dei Gluten Free

Il soggiorno nel Villaggio Resort con Spa Senza Glutine

Per il nostro programma La Costa degli Dei Gluten Free abbiamo scelto Il Villaggio Resort con Spa perchè, indipendentemente dalla disponibilità degli altri sulla stessa destinazione, ha tutta una serie di vantaggi.

Le unità abitative sono indipendenti e distribuite in più strutture, possono ospitare da 2 a 6 persone pertanto si ha la possibilità di stare anche insieme agli amici oppure tutti insieme in una famiglia maxi.

Ma il Plus di questa struttura è la sua posizione ad 80 metri sul livello del mare.

Il collegamento al mare è garantito attraverso un comodo rapido ed efficiente servizio di beach car elettriche sempre disponibili e gratuite per gli ospiti.

Inoltre le nuovissime Spa e Palestra, certo aiutano nella scelta di questa struttura, che ha implementato e segue le linee guide dell’Associazione Italiana Celiachia.

La Costa da sud a nord Tropea, Zambrone, Briatico, Vibo Valentia Marina e Pizzo Calabro Senza Glutine

La seconda giornata del nostro programma di viaggio La Costa degli Dei Gluten Free prevede la visita della città del gelato: Pizzo Calabro.

Pertanto dopo la nostra consueta colazione Senza Contaminazione da Glutine in macchina e via verso Pizzo Calabro.

I chilometri che ci dividono da Pizzo Calabro sono poco meno di cinquanta, percorrendo prima la strada provinciale 22 fino a Tropea.

Borgo al quale, come di consueto nei nostri viaggi, dedichiamo ancora due ore per cogliere le caratteristiche con la luce naturale e completare alcune visite che nelle ore serali non è possibile fare.

Proseguiamo quindi poi attraverso la Strada Statale 522, che è la vecchia litoranea, attraversando paesaggi e cogliendo scorci incredibili ed unici, la strada stessa e una destinazione del viaggio.

Programmate, se non vi affidate a noi per il vostro Viaggio Senza Glutine sulla Costa degli Dei, almeno un’ora  in più rispetto alla necessaria percorrenza, non ve ne pentirete.

Attraversiamo il paesaggio stupendo di Marina di Zambrone per raggiungere Briatico:

Se siete in zona nel mese di giugno nella frazione di Potenzoni si tiene una infiorata molto importante, non perdetela è molto interessante.

Arriviamo a Vibo Valentia Marina in prossimità dell’ora di pranzo, dunque decidiamo di fermarci al ristorante La Rada sul mare.

Il locale fa parte del network AFC (Alimentazione Fuori Casa) di AIC (Associazione Italiana Celiachia).

 

La città del Gelato artigianale Senza Glutine

Nel primo pomeriggio ci siamo: U Pizzu (Pizzo Calabro) per i Calabresi, anche qui siamo al cospetto di un Borgo letteralmente aggrappato alla sua rupe a picco sul mare.

A Pizzo Calabro non si possono non vedere: Il Castello di Murat del 1300 (perché qui nel 1815 fu rinchiuso e condannato a morte Gioacchino Murat, Re di Napoli) la Chiesetta di Piedigrotta.

Ma è anche assolutamente vietato andare via da Pizzo senza aver gustato il gelato artiginale tipico, naturalmente Senza Glutine.

La nostra visita inizia dunque dal castello e prosegue alla Chiesa della grotta.

Sono due esperienze decisamente interessanti la prima per la conservazione del sito e la sua gestione impeccabile, la seconda è una esperienza unica nel suo genere.

Una grande caverna scavata nella pietra vulcanica, in cui sono ricavati diversi ambienti, nei quali sono presenti una serie di statue scolpite direttamente in queste pietre: scene religiose, santi, angeli, ecc.

E’ uno dei luoghi della Calabria più visitati in assoluto, addirittura più del Museo di Reggio Calabria dove sono conservati i Bronzi di Riace.

Terminate le visite, il nostro programma La Costa degli Dei Gluten Free prevede la necessaria degustazione del gelato artigianale.

Che faremo in centro presso la gelateria Penna, che partecipa al programma AFC (Alimentazione Fuori Casa) di AIC (Associazione Italiana Celiachia)

 

Cucina Calabrese Gluten Free a Marina di Zambrone

Rientriamo ripercorrendo la stessa strada di stamattina, ma al tramonto lo scenario è completamente diverso.

Ce la prendiamo comoda perchè il nostro programma La Costa degli Dei Gluten Free prevede la cena di questa sera presso il Ristorante La Praia di Marina di Zambrone, il piccolo hotel dove non abbiamo trovato disponibilità per il soggiorno.

Si proprio quello, che però ha una cucina decisamente interessante, con prodotti freschi del territorio e tradizionalmente calabrese

Naturalmente tutto in versione Senza Glutine con la implementazione delle linee guida dell’AIC (Associazione Italiana Celiachia).

La struttura è sulla strada di rientro per  raggiungere il nostro albergo.

La cena è decisamente interessante, il protocollo per evitare la contaminazione incrociata da Glutine applicato con scrupolo ed attenzione.

 

L’insediamento Rupestre e la Certosa nel Parco

La nostra terza giornata di viaggio inizia con la consueta colazione Gluten Free presso la struttura di soggiorno.

Ma il nostro programma di viaggi La Costa degli Dei Gluten Free prevede una giornata decisamente articolata alla scoperta ancora una volta di Tropea, dell’insediamento Rupestre, della Certosa e del Parco di Serra San Bruno.

Quindi appena pronti si parte per la visita, non ancora effettuata del Santuario di Santa Maria dell’Isola.

Uno dei luoghi più importanti della zona, se siete in zona ad agosto il giorno 15 la processione via mare della Madonna Assunta partirà proprio da questo punto.

Il Santuario, conosciuto come il Santuario di Isola bella, è in una posizione unica, consigliamo sempre di vederlo nelle due versioni con la luce naturale e magari al tramonto quando l’atmosfera è totalmente diversa.

Vi assicuriamo che un’esperienza che vale la pena fare, e non ve ne pentirete. E’ posizionato di fronte alle Eolie che si vedono abbastanza bene, solo in alcune giornate in cui è presente una fitta foschia potrebbero non vedersi.

Peraltro riuscite ad abbracciare un tratto di costa che va da Punta Riace a Punta Zambrone, in in giornate particolarmente limpide riuscirete a vedere l’Etna. Un’esperienza da non perdere insomma.

L’insediamento Rupestre

Conclusa la visita ci dirigiamo a circa 20 chilometri da Tropea per visitare L’insediamento Rupestre di Zungri con il suo museo.

La visita guidata ci consente di scoprire un luogo incantato: ambienti  scavati nella roccia, per la raccolta dell’acqua piovana, case scavate nella pietra con nicchie per i letti, e i fori centrali in alto da cui passava la luce.

Un viaggio magico nel tempo lungo circa 1000 anni, un posto affascinante ed interessante che vi resterà nel cuore anche per la ottima organizzazione della visita guidata.

 

La Fattoria della Piana di Gioia Tauro Senza Glutine

Il prossimo obiettivo del nostro programma di viaggio La Costa degli Dei Gluten Free è a circa 30 chilometri da Zunzgri.

Siamo infatti diretti nel territorio del comune di Candidoni in provincia di Reggio Calabria nella Piana di Gioia Tauro, dove su circa 260 ettari esiste un’ altro mondo tutto da scoprire.

La Fattoria della Piana, un mondo tutto da scoprire e vivere soprattutto dal punto di vista gastronomico.

Ed è appunto presso La Fattoria della Piana che dopo aver partecipato al tour della Fattoria didattica faremo la nostra degustazione gastronomica presso il ristorante.

La cooperativa è diventato anche un esempio di sostenibilità ed economia circolare.

Il ristorante della cooperativa fa parte del network AFC (Alimentazione Fuori Casa) di AIC (Associazione Italiana Celiachia).

Una bella ed interessante esperienza. Certamente da consigliare, arricchisce la mente, lo spirito ed in questo caso anche il palato, sapere che ci sono realtà che pensano al futuro delle nostre risorse.

 

La certosa

Il nostro prossimo obiettivo è la Certosa di Serra San Bruno, l’unica in Italia in cui vivono ancora i monaci, questo è il motivo per il quale è possibile effettuare la visita solo dell’esterno e del museo.

Le sue origini risalgono al 1084, ma fu poi completamente distrutta con il terremoto del 1793 e quindi ricostruita nel 1894.

Comunque anche la sola visita dell’esterno merita certamente di essere fatta, anche perchè si coglie l’occasione per visitare il centro di Serra San Bruno, incluso nel Parco Naturale Regionale delle Serre.

Facciamo quindi anche una interessante visita alla Terravecchia (Centro Storico di Serra San Bruno) anch’esso completamente distrutto dal terremoto del 1783.

Riusciamo a vedere anche la Chiesa di San Biagio, quella di Maria Santissima dei Sette Dolori edificata nel 1721

Certamente uno dei massimi esempi di architettura tardo-barocca della Calabria, e quella di Maria SS. Assunta in cielo di Terravecchia.

Il nostro programma La Costa degli Dei Gluten Free, almeno dal punto di vista delle visite, esperienze ed attività termina qui.

Rientrando facciamo la strada che ci consente di attraversare Rombiolo in modo da visitare e rimanere a cena presso l’agriturismo il Casolare.

La proposta è la cucina tipica calabrese, naturalmente formulata e proposta nella versione Senza Glutine.

Facciamo presente che l’agriturismo ha implementato le linee guide del programma AFC (Alimentazione Fuori Casa) di AIC (Associazione Italiana Celiachia).

Rientriamo in albergo per il meritato riposo.

 

L’agriturismo con la fattoria didattica Gluten Free

Siamo arrivati senza neanche accorgercene al quarto giorno, quello del rientro purtroppo.

Ma non disperiamo perchè il nostro volo è programmato per il tardo pomeriggio ed il programma di viaggi La Costa degli Dei Gluten Free prevede prima della partenza, ancora una volta, una interessante attività.

Dunque la nostra consueta colazione Senza Glutine, Check-Out e via. Inutile aggiungere che avendo più giorni, sono da prendere in considerazione il mare ed i servizi della struttura (Spa e Palestra).

Per andare in aeroporto utilizzeremo la strada che ci consente di passare pe Maida, e quindi per l’agriturismo Costantino.

Assisteremo ad un laboratorio di cucina per celiaci e faremo una degustazione di prodotti tipici, naturalmente in versione Senza Glutine.

La soluzione è pubblicata anche sul nostro catalogo Viaggi per Celiaci. E’ una agriturismo con fattoria didattica e diversi altri servizi molto interessanti. Fa parte di AFC di AIC

In nostro viaggio termina qui, è assolutamente evidente che se si vuole conoscere il territorio e fare delle esperienze

Esperienze che come abbiamo visto è possibile fare anche in versione Senza Glutine, sono necessari più giorni, noi suggeriamo almeno 7 notti.

Se l’articolo è stato di vostro interesse condividetelo pure sui vostri social attraverso i pulsanti di condivisione che travate a sinistra dello stesso.

Se invece avete domande, dubbi  e perplessità, e/o anche solo delle curiosità contattateci attraverso qualsiasi soluzione vi risponderemo rapidamente.

A presto  Linda & Antonio

 

Dai un’occhiata agli altri post:
Perchè viaggiare con noi Gluten Free

Itinerari personalizzati senza glutine Perchè viaggiare con noi Gluten Free: abbiamo creato itinerari personalizzati in tutto il mondo per diversi anni. Read more

Il tuo Viaggio Senza Glutine

Un'esperienza Gluten Free meravigliosa Perchè affidarti a noi per il tuo Viaggio Senza Glutine? Perchè il nostro obiettivo è rendere Read more

I furbetti del Gluten Free da evitare

Saper ascoltare è una grande virtù Per comprendere meglio chi sono i furbetti del Gluten Free da evitare, facciamo solo Read more

Egadi Mozia ed Erice Senza Glutine

Egadi Mozia ed Erice Senza Glutine trekking alla scoperta delle Egadi Trapani, Mozia ed Erice. Il nostro programma Egadi Mozia Read more