Seleziona una pagina
+393392914239

La soluzione in 10 Luoghi!

Partiamo subito dalla notizia di questi giorni “Parma Capitale Italiana della Cultura 2020 si prolunga al 2021” 

Era auspicabile, viste le “costrizioni” dell’epidemia Covid-19, in ogni caso un’ottima notizia!

L’art. 187 quater, comma 8 del decreto Rilancio
proroga appunto il “Titolo” al 2021, prorogando “di fatto” la procedura di selezione relativa al conferimento del titolo di Capitale della Cultura Italiana per l’anno 2021 al 2022.

Sicché si potrà prendere parte, una volta riprogrammati, a tutti gli eventi che il fitto programma del 2020 aveva già individuato, e che le circostanze a tutti note, hanno imposto di riprogrammare anche per l’anno 2021. Eventi ed attività che presto avremo nuovamente a disposizione con nuove date.

Qui saranno riprogrammati tutti gli eventi e le attività 

 

 Vi anticipiamo subito che la prima mostra che riaprirà sarà quella di Van Gogh a Palazzo Dalla Rosa Prati: “Vincent Van Gogh Multimedia & Friends” dal 13 Giugno al 16 Agosto 2020,
il programma qui 

Viaggio Senza Glutine nella Capitale Italiana della Cultura?

Certo! Sono tante le soluzioni, ne prendiamo in considerazione una che ha sempre ricevuto riscontri positivi da parte di Viaggiatori Celiaci perché con servizi tutti in centro città non richiede il noleggio di una vettura.

Approfittiamo di questa l’occasione per andare ad approfondire più nel dettaglio il programma di viaggio, di cui abbiamo già parlato anche negli articoli precedenti,  che unitamente ai documenti di viaggi forniamo con tutte le attività ed i servizi che la destinazione offre per i viaggiatori celiaci.

 

Prendiamo in considerazione la proposta dal nostro catalogo Viaggi per Celiaci,  che continua ad essere quella più richiesta, e che per primi abbiamo verificato per voi.

Una tipologia di Viaggio “Culturale ed Enogastronomica Gluten Free” che in catalogo prevede 3 giorni e 2 notti, un classico fine settimana, alla quale però possiamo apportare tutte le variazioni che interessano sia in termini di durata che di attività e soggiorno.

La scelta di una struttura con solo trattamento di pernottamento e prima colazione è dettata appunto dalla tipologia del viaggio “Culturale ed enogastronomica” che prevede la presenza in albergo ridotta al minimo indispensabile.

Ricordiamo anche che Parma, oltre ad essere  Cultura, Storia, Patrimonio, è stata proclamata “Città creativa Unesco per la gastronomia nel 2015”, quale migliore occasione per fare in modo che questo viaggio diventi un viaggio anche enogastronomico che consente di cogliere le opportunità che questo territorio offre, naturalmente in versione Gluten Free.

Vi raccontiamo, in 10 Luoghi, il viaggio effettuato, e ripetuto da tanti altri viaggiatori celiaci, indicandovi, appunto in 10 Luoghi, gli elementi che compongono il programma di viaggio.

1. Partiamo il venerdì mattina, decidendo di utilizzare il treno, che consente di partire da tutte le città italiane (noi siamo partiti da Roma). 

Diciamo subito che sui treni Trenitalia (Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca), grazie all’accordo di collaborazione con l’AIC (Associazione Italiana Celiachia), è possibile trovare prodotti Gluten Free, sostanzialmente confezionati con marchio Schar e non solo  

Anche Italo Treno – Nuovo Trasporto Viaggiatori offre, attraverso il servizio ItaloTaste (un servizio di ristorazione al proprio posto), alcune soluzioni Gluten Free (è necessario precisare che l’offerta a bordo treno dei prodotti per celiaci è volontaria, dunque a discrezione delle società di catering che erogano il servizio, perché ad oggi non esiste una norma che regola questo servizio).

2. Dopo 4 minuti siamo all’hotel Savoy, un ottimo 4 Stelle in pieno centro in Via XX Settembre, prenotato con colazione Gluten Free inclusa, unica soluzione di trattamento offerta essendo un albergo privo di cucina.

Naturalmente nel nostro catalogo troverete proposte anche con altri trattamenti, digitando Parma nella home page 

Come abbiamo anticipato l’hotel si raggiunge molto rapidamente a piedi, ma se per necessità diverse viaggiate in macchina, è possibile raggiungere l’hotel in macchina per scaricare i propri bagagli, anche se collocato in zona a traffico limitato; esiste inoltre la possibilità di parcheggio coperto a 200 metri dalla struttura al costo di 8.00 € per 24 ore di sosta.

Abbiamo trovato la camera disponibile e dunque abbiamo fatto il check-inn.

Abbiamo lasciato i bagagli, ci siamo cambiati e siamo andati al Duc Lunch&Coffee

In questo momento l’hotel è aperto ed ha implementato il protocollo della Regione Emilia Romagna in relazione al contenimento dell’epidemia Covid-19, che prevede:

Per l’area Reception: 
– Guanti monouso per gli ospiti
– Mascherine per gli ospiti che ne sono sprovvisti
– Distanza di sicurezza marcata tra un ospite e l’altro
– Dipendenti con mascherina e guanti
– Detergenti a base alcolica a disposizione degli ospiti
– Gli oggetti forniti in uso ai clienti (biciclette, postazioni internet, ecc) sono sanificati prima e dopo   ogni utilizzo
– La pulsantiera dell’ascensore è regolarmente sanitizzata
– Dispencer con sanificante in ascensore
-Check-in on line con ritiro solo dei documenti all’arrivo e successiva registrazione
– Chiave della camera lasciata all’ospite per tutta la durata del soggiorno
– Le chiavi vengono sanificate ad ogni cambio di soggiorno
– Il personale che movimenta i bagagli ha a disposizione guanti e mascherine

Per le Aree comuni
 E’ presente la segnaletica con le indicazioni di sanificazione e normative previste
– Sono presenti cartelli informativi per il mantenimento delle distanze e la limitazione degli spazi
– Sono presenti appositi contenitori per lo smaltimento di guanti e mascherine e dispositivi di protezione individuali utilizzati
– Le aree comuni vengono regolarmente sanificate
– Nei servizi igienici comuni ci sono a disposizione degli ospiti dispositivi di erogazione di gel sanitizzante

Servizio Colazione
– Nella zona Breakfast sono adeguatamente protetti gli alimenti esposti
– Sono disponibili guanti monouso a disposizione degli ospiti
– Sono presenti contenitori per rifiuti dei dispositivi di protezione individuali degli ospiti
– E’ possibile usufruire, a richiesta, del servizio Breakfast in tutte le tipologie di camere
– E’ possibile prenotare gli orari e gli alimenti del Breakfast

3. Siamo quindi arrivati rapidamente al Duc Lunch&Coffee (in soli 6 minuti, a piedi, 500 metri), per i più pigri, o per coloro che vogliono fare un giro più ampio della città, l’albergo mette a disposizione delle biciclette.

Il Bar/Caffetteria/Tavola calda/Senza Glutine è, dal punto di vista gastronomico, legato al territorio Emiliano-Romagnolo, un posto decisamente ospitale, pulito, fresco, giovane.

La struttura partecipa al programma AFC (Alimentazione Fuori casa) di AIC (Associazione Italiana celiachia).
E’ possibile consumare un pasto veloce (visto che nel pomeriggio abbiamo prenotato la visita del Teatro Regio) Senza Glutine del territorio con tutte le attenzioni necessarie.
E’ aperto dal lunedì al venerdì dalle 06.30 alle 19.30, il sabato dalle 06.30 alle 15.00.
Hanno una sala interna che consentiva, in epoca pre-covid-19, di servire 35 coperti, ma hanno tavoli anche all’aperto.
Oltre a servire prodotti artigianali Senza Glutine (pane e sostituti, pasta ripiena e dolci) servono birra Senza Glutine e prodotti per vegetariani e intolleranti al lattosio.
Il locale è predisposto per l’acceso dei disabili
In occasione della forzata chiusura per pandemia covid-19, il locale ha organizzato un funzionale ed ottimo servizio da asporto per i residenti in zona.

4. In 9 minuti (750 metri), sempre a piedi, raggiungiamo il Teatro Regio,  aperto dal martedì al sabato dalle 09.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30; domenica dalle 10.00 alle 16.00

Inizio visite ogni 60 minuti. Prezzo del biglietto intero 5 €
La visita programmata si svolge in circa 30 minuti.

Rientriamo quindi in albergo a piedi in 5 minuti (450 metri) per riposare e cambiarci ed essere pronti per un giro serale di shopping (la maggior concentrazione di vetrine è in via Cavour, a soli 6 minuti a piedi dal nostro albergo, oppure strada della Repubblica, che richiede qualche minuto in più).

Nel primo e nel secondo caso ci siamo comunque spostati nella direzione per recarci poi “Oltretorrente”, ovvero dall’altra parte del Torrente Parma, attraversandolo sul Ponte di Mezzo per raggiungere la trattoria “Il Cortile”

5. La sensazione che si ha, entrando in questo posto,  è quella di essere entrati in un posto in cui il tempo si è fermato, in un tipico angolo dell’”Oltretorrente” tra i borghi ricchi di fascino, di profumi e di sapori di una volta.

“Il Cortile” è presente nel network AIC (Associazione Italiana celiachia) e partecipa al programma AFC (Alimentazione fuori Casa), con ottimi risultati aggiungiamo, visto che lo Chef Mauro sostiene che “Quello che sembra, a prima vista, un limite, può rivelarsi uno stimolo alla creatività”.
Quindi stiamo parlando, in buona sostanza, non della cottura di semplici prodotti-preconfezionati inodori ed insapori, ma di ricette Senza Glutine che esaltano gli alimenti consentiti trasformandoli nei protagonisti della tavola…. così da garantire un’ottima esperienza gastronomica come per tutti gli altri commensali non celiaci.
Naturalmente in un ambiente separato e dedicato alla preparazione di questi cibi in modo da garantire la non contaminazione, di cui abbiamo già parlato.

La cucina rimane necessariamente una cucina vincolata al territorio Emiliano-Romagnolo con la caratteristica di essere una cucina biologica/creativa.

Apre dalle 12.30 alle 14.30 e dalle 20.00 alle 22.30.
Nel periodo di pandemia covid-19 ha effettuato un ottimo servizio da asporto Gluten Free con allegate indicazioni “Passo Passo” su come rigenerare e/o cucinare i piatti ordinati

Facciamo rientro in albergo, consapevoli di aver fatto un’esperienza gastronomica Gluten Free importante.
Troviamo raramente Chef/Gestori fortemente motivati nel proprio lavoro, quando sono in presenza di una necessità di salute dell’ospite non si limitano ad essere essenziali e  si  impegnano a fornire un menù gourmet Gluten Free.

6. Il sabato, dopo la “colazione Senza Glutine” consumata in albergo, ci rechiamo a piedi in Piazza Duomo in soli 8 minuti (650 metri).

La colazione dell’hote? Chiariamo subito che non è proprio una colazione “Made in Food Valley”, ma è sicura perché la struttura utilizza prodotto confezionati con marchio spiga barrata certificati.

Quando possiamo, ai nostri viaggiatori suggeriamo di evitare e di consumare colazioni confezionate in albergo e di recarsi, come in questo caso, in posti come il Duc Lunch&Coffee, di cui abbiamo parlato sopra, oppure in altre location, in ragione della posizione del pernottamento. 

Qualche viaggiatore a ragione ci ha chiesto, ma allora perché lo consigliate? Perché la posizione della struttura, come in questo caso, è un plus molto forte, troppo importante e quindi una colazione Gluten Free con prodotti confezionati può essere sopportabile in ragione della posizione della struttura e del programma, che offre sul territorio diverse e svariate occasioni di “recupero” in tal senso

7. In 7 minuti a piedi siamo in Piazza Duomo, dove con un biglietto cumulativo di 8.00 € è possibile visitare tutto il complesso della Piazza (Cattedrale, Batistero, Museo Diocesano).

Il permesso di visita vale due giorni dalla prima vidimazione
Acquistando il permesso di visita si ha diritto al noleggio gratuito di una SmartGuide
che consente di visitare in piena autonomia il complesso monumentale di Piazza Duomo

L’orario di visita è dalle 09.30 alle 18.30, le visite saranno sospese durante le celebrazioni liturgiche.

La nostra giornata si svolge, per una prima parte, facendo la visita del Museo Diocesano. In prossimità dell’ora di pranzo, avendo deciso di non appesantirci, decidiamo di approfittare e valutare le opportunità che una gelateria Senza Glutine avrebbe potuto offrirci.


8. Abbiamo quindi raggiunto Via Farini in 5 minuti a piedi (450 metri) per poter scegliere tra: barattolo, coppette, biscotto gelato, creme, tavolette di cioccolato, praline, coni, frappè, pan gelato, ecc. tutti rigorosamente Gluten Free.

Il punto vendita è quello di Grom  che in collaborazione con  la AIC (Associazione Celiachia Italiana) ha implementato e verificato tutte le materie prime, le ricette ed i processi produttivi, per garantire che tutti i prodotti sono Senza Glutine.

Ci accontentiamo di un pan gelato Gluten Free (Una calda brioche con all’interno il tuo gusto di gelato preferito: questo è il pan gelato! Lo consigliamo con ripieno di gelato al cioccolato, crema o pistacchio, ma possiamo pan-gelare qualsiasi gusto desideri. Provatelo anche ripieno di panna, confettura o crema spalmabile. Naturalmente Senza glutine.) ed un gelato biscotto Gluten Free (lo consigliamo alla crema con granella di nocciola pralinata e fiocchi al caramello).

Il caffè ci ha riportati nel mondo reale e siamo quindi ritornati in Piazza Duomo, riprendendo la visita dal Battistero, e poi a seguire nella Cattedrale, due esempi di monumenti storici che non possono mancare in una visita alla città.
A visite concluse ritorniamo in albergo per il meritato riposo.

A cena abbiamo deciso di valutare il Ristorante/Pizzeria Gluten Free“Al Petitot, questa volta, vista la giornata impegnativa, abbiamo approfittato della bici dell’albergo, anche se la distanza dall’albergo non è poi proibitiva (1800 metri)
Ristorante pizzeria dove è possibile scegliere tra una pizza Senza Glutine, oppure pasta, sempre Gluten Free, le proposte Senza Glutine sono sempre molteplici, abbiamo preso pasta e pizza Senza Glutine, entrambe a nostro parere buone.

9. La domenica mattina avremmo rinunciato volentieri alla colazione preconfezionata dell’albergo, ma il Duc Lunch&Coffee la domenica rimane chiuso.

Altre soluzioni?  Le abbiamo scartate perché avrebbero richiesto più tempo, andando a compromettere il programma delle ore successive che prevedevano, prima della partenza per il rientro di metà giornata, di fare una visita agli affreschi del Parmigianino nella Chiesa della Steccata (dal 2008 divenuta Basilica Magistrale).

Pertanto ci avviamo alla Basilica (in 7 minuti a piedi ci siamo, 600 metri) dopo aver effettuando il check-out e lasciando il bagaglio in albergo che vi ricordo essere a 300 metri dalla stazione ferroviaria.
Le visite si effettuano tutti i giorni, domenica inclusa alle 10.00 ed alle 11.00 in mattinata ed alle 16.00 ed alle 17.00 nel pomeriggio.

10. Effettuata la visita decidiamo di mangiare qualcosa e di optare per una soluzione veloce, un Fast Food Senza Glutine e quindi all’orario di apertura della domenica siamo da Capatoast.

Si trova appena superato il ponte “Ponte di Mezzo” a 7 minuti (550 metri) dalla Basilica.
Ripassiamo quindi in albergo in 14 minuti (1100 metri) per ritirare i bagagli ed in 5 minuti siamo alla stazione ferroviaria.

Tre giorni e due notti intense in cui si è visto quello che era possibile vedere, certo è rimasto fuori tutto il complesso monumentale della Pilotta al quale bisogna dedicare almeno un intero fine
settimana, pertanto quando sentite rispondervi, anche da operatori del settore turistico, a Parma basta rimanerci una giornata, girate alla larga che certamente non siete in buone mani.

Quindi alla prossima occasione per riparlare quanto prima di Parma, magari per aggiornarvi sugli eventi programmati anche per il 2021 con altre soluzioni, visite escursioni attività diverse che
andranno ad aggiungersi al già fitto programma preparato per il 2020.

A presto Linda & Antonio  

Desideri conoscere il miglior itinerario di viaggio senza preoccuparti di dove mangiare? Scrivici e ti ricontatteremo nel più breve tempo possibile! Parola di Linda e Antonio

Privacy

15 + 7 =

Dai un’occhiata agli altri post:
Tre punti per Mangiare Senza Glutine evitando errori

1 La nostra esperienza Chiariamo subito che: non è sufficiente una vetrofania per definirsi Gluten Free!! A tale proposito vogliamo Read more

Cagliari e dintorni Gluten Free in 8 giorni 7 notti e 20 Luoghi

David Herbert Lawrence nel 1921 la definì “Città di pietra, nuda e in salita, simile a una Gerusalemme bianca” Ecco, Read more

Il Prontuario degli alimenti Senza Glutine. A cosa serve?

E’ stato appena consegnato il “prontuario degli alimenti 2020-2021”. Ma cosa è il prontuario, ormai disponibile anche nelle app, ed Read more

Viaggi Senza Glutine e “discutibile” attenzione di alcuni operatori

E' preoccupante constatare la totale ignoranza del problema La settimana scorsa, in uno dei tanti incontri professionali tra colleghi, via Read more