Seleziona una pagina
+393392914239

David Herbert Lawrence nel 1921 la definì “Città di pietra, nuda e in salita, simile a una Gerusalemme bianca”

Ecco, parleremo proprio di Cagliari e dintorni Gluten Free, o meglio come affrontare un Viaggio Senza Glutine con un programma dettagliato ed una accurata selezione dei servizi

Partiamo subito dalla location che la mente associa appena si pensa a Cagliari.

Una location con un paesaggio unico di incomparabile bellezza naturalistica e di ricchezza storica, sfidiamo chiunque a smentire tali affermazioni al cospetto del Parco Naturale Molentargius. affacciato sul lungomare Poetto.

Oppure, fuori città, presso Pula, a circa 40 km a sud ovest di Cagliari presso il sito archeologico di Nora, un luogo di rara bellezza: di fondazione fenicia, ospita l’unico teatro di epoca Romana di tutta la Sardegna.

Peraltro, da dieci anni nel mese di agosto si tiene un festival di musica jazz che regala emozioni uniche.

Il Parco Naturale Regionale Molentargius-Saline si estende su circa 1600 ettari.

Comprende due bacini d’acqua dolce (Bellarosa Minore e Perdalonga) e uno di acqua salata (Bellarosa Maggiore o Molentargius).

La storia del Parco è strettamente legata a quella delle Saline.

Per secoli ha rappresentato il più importante bacino sardo per l’estrazione del sale dalle acque del mare, interrottasi solo nel 1985.

Nel complesso di stagni vivono moltissime specie: anatre; folaghe; gallinelle d’acqua, aironi; garzette; cormorani; martin pescatori; gabbiani e naturalmente il popolo rosso (Sa genti arrubia) i fenicotteri, che a centinaia vivono a Molentargius

Mare Natura e Storia.
Viaggio Senza Glutine nel Capoluogo Regionale e nel suo hinterland?

Nel sud della Sardegna, così come nel resto dell’isola, le soluzioni Gluten Free sono diverse, ed in ragione delle proprie necessità, e con le necessarie attenzioni, tutti possono trovare la soluzione Senza Glutine per il proprio viaggio.

Non ci stancheremo mai di ripetere di fare molta attenzione a tutti i locali, stabilimenti e servizi che si definiscono, “Gluten Free”.

Oggi purtroppo, sulla scia di una importante richiesta, di una cucina Senza Glutine, generata da soggetti senza alcuna necessità patologica, ma solo dal desiderio di seguire una dieta senza glutine, molti locali si sono dotati di una vetrofania gluten free, e con altrettanta leggerezza ed improvvisazione si  sono autodefiniti locali formati ed informati Gluten Free (ne abbiamo già parlato)

Affronteremo di nuovo lo stesso tema la prossima settimana in un articolo dedicato a questo aspetto per approfondire il problema.

La nostra proposta di Viaggio Senza Glutine

Ma ritornando al nostro itinerario, vi proponiamo una soluzione molto richiesta dai viaggiatori celiaci per la location, e che l’estate scorsa abbiamo voluto ripetere per rivalutare i servizi sul territorio ed aggiornare e riconfermare quelli storici.

Anche in questo caso, come abbiamo già fatto per il precedente articolo riferito a Parma andremo ad approfondire più nel dettaglio il programma di viaggio, di cui abbiamo già parlato anche negli articoli precedenti, che unitamente ai documenti di viaggi forniamo con tutte le attività ed i servizi che la destinazione offre per i viaggiatori celiaci.

Prendiamo dunque in considerazione la proposta dal nostro catalogo Viaggi per Celiaci che continua ad essere quella più richiesta per il Sud e che per primi abbiamo verificato per voi.

Una tipologia di Viaggio, che in ragione delle proprie esigenze, può prestarsi ed essere un viaggio che va dal soggiorno mare all’enogastronomico, passando per quella culturale.

In questo caso la soluzione del nostro catalogo, con un trattamento di Mezza Pensione, pensata sostanzialmente per un soggiorno mare, l’abbiamo adattata alla tipologia di viaggio che abbiamo fatto, che possiamo definire “misto”.

Ad un viaggio di questo tipo abbiamo abbinato un trattamento di Pernottamento e Prima Colazione, in modo da non rimanere vincolati al trattamento della Mezza Pensione, ed essere più liberi per valutare gli altri servizi presenti sul territorio.

Otto giorni e sette notti Senza Glutine in 20 Luoghi

In 20 Luoghi, il viaggio da noi effettuato, ma anche  da tanti altri viaggiatori celiaci, indicandovi parte degli elementi che compongono il programma di viaggio.

1 Primo giorno
1 Primo Luogo

Partiamo il sabato mattina, decidendo di utilizzare il volo diretto su Cagliari, che consente di partire da alcune città italiane, (noi siamo partiti da Roma).

E’ un viaggio di durata estremamente contenuta, ma laddove se ne avesse la necessità, si possono chiedere degli snack Senza Glutine e/o altri prodotti ai servizi di bordo del vettore, avendoli richiesti in fase di prenotazione, ne abbiamo già parlato in un precedente articolo

Naturalmente se si hanno necessità diverse si può utilizzare una nave, anche con una soluzione di cena e servizi Gluten Free, magari prevedendo di partire la sera prima in modo tale da essere sul posto per il check in.

In aeroporto a Roma, se necessario, abbiamo diverse soluzioni Gluten Free, dai bar ai food service, alle gelaterie, ai bistrot, in una prossima occasione ce ne occuperemo in maniera più dettagliata.In ogni terminal troviamo un’ampia scelta di questi prodotti.

L’aeroporto Gluten Free

2 Secondo Luogo

Arriviamo a Cagliari in tarda mattinata. se proprio se ne ha la necessità, in aeroporto è presente un ristorante Lowengrube (è una catena di ristorazione tipica della Baviera) con menù Senza Glutine

La catena di ristorazione ha sottoscritto un accordo con AIC in modo tale da poter essere presente nel network AIC (Associazione Italiana celiachia) e partecipa al programma AFC (Alimentazione fuori Casa).

Pertanto segue le linee guide emanate dall’Associazione; la quale effettua, attraverso i Tutor del Team AFC ( Alimentazione Fuori Casa ) periodicamente; il monitoraggio delle strutture ed aggiornamento del personale.

Sono naturalmente disponibili menù per celiaci

La pizzeria Glute Free

3 Terzo Luogo

Ritirata la vettura decidiamo di mangiare un Hamburger veloce presso il Fast Food-Ristorante-Braceria-Pizzeria la Pecora Rosa a Sestu, in 10 minuti dall’ aeroporto ci siamo.

La location non è incredibile, si trova all’interno del centro commerciale “La Corte del Sole” a Sestu.Ma possiamo assicurarvi che di soluzioni Senza Glutine ve ne sono a sufficienza.

La struttura è presente nel network AIC (Associazione Italiana celiachia) e partecipa al programma AFC (Alimentazione fuori Casa).

Pertanto segue le linee guide emanate dall’Associazione; la quale effettua, attraverso i Tutor del Team AFC (Alimentazione Fuori Casa) periodicamente; il monitoraggio della struttura ed aggiornamento del personale.

Per tutti, celiaci e non, una sola tipologia di impasto di pizza: quella Senza Glutine

Per famiglie con bimbi al seguito è importante sapere che è disponibile un’area giochi per i più piccoli.

4 Quarto Luogo

A questo punto decidiamo subito di fare un giro alla Spiaggia del Poetto (la spiaggia dei Cagliaritani) otto chilometri di sabbia che si estendono dal promontorio della Sella del Diavolo fino al litorale di Quartu Sant’Elena.

E nonostante rimaneggiamenti (la nuova sabbia, la costruzione delle case che ha ridotto il litorale, ecc.) il Poetto rimane comunque una bella spiaggia, perfetta per prendere il sole e farsi il bagno, praticare sport all’ aria aperta, trascorrere le serate tra aperitivi, musica e spettacoli.

Ed appunto ad aperitivo avvenuto decidiamo di raggiungere la struttura (preavvertita del nostro arrivo)

Il Soggiorno Gluten Free

5 Quinto Luogo

In poco più di mezz’ora ci siamo, a Pula, l’Hotel Baia di Nora è in una posizione unica, sul mare verde smeraldo del Sud della Sardegna.

La struttura è presente nel network AIC (Associazione Italiana celiachia) e partecipa al programma AFC (Alimentazione fuori Casa).

Pertanto segue le linee guide emanate dall’Associazione; la quale effettua, attraverso i Tutor del Team AFC ( Alimentazione Fuori Casa ) periodicamente; il monitoraggio della struttura ed aggiornamento del personale.

Informativa estate 2020
L’Hotel Baia di Nora nel rispetto delle linee guida e degli indirizzi operativi specifici validi, dettati dal documento elaborato dalla CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 20/81/CR01/COV19, informa i Suoi Ospiti delle procedure e delle linee d’azione all’interno della struttura.

2 Secondo giorno

Per la seconda giornata decidiamo di rimanere in questo posto incantevole che è la Baia di Nora e di fare una giornata di riposo e di mare.

L’occasione ci è utile per valutare ancora una volta i servizi Gluten Free della struttura, dalla colazione al ristorante all’american bar, tutti servizi, che meritano      pieni voti, ancora una volta.

L’archeologia sulla Spiaggia 

6 Sesto Luogo

Nel pomeriggio ritorniamo, si è un ritorno al sito archeologico di Nora,  perché Nora è di nuovo una città in espansione, man mano che gli scavi portano alla  luce: pavimentazioni, mosaici, templi, rimuovendo la terra che fino a pochi anni fa la ricopriva.

D’altra parte succede veramente molto raramente che l’archeologia viene servita direttamente in spiaggia, in uno dei tratti di costa più belli dell’isola.

Furono i Fenici a stabilire qui un porto che dal IX secolo divenne uno dei centri di scambi commerciali più importanti dell’isola

Ma l’emozione più forte è provocata senza dubbio dall’anfiteatro romano, provate solo per un attimo ad immaginare: gli attori sul palco ed il mare a fare da sfondo, un’emozione che è possibile rivivere nel periodo estivo quando il teatro ospita spettacoli ed eventi.

3 Terzo giorno

Uno dei mercati più grandi d’Europa

7 Settimo Luogo

Il terzo giorno lo abbiamo programmato per il Parco naturale di Molentargius, ma anticipiamo la partenza dall’albergo per inserire un fuori programma decisamente interessante e passare al Mercato Civico di San Benedetto  che con i suoi 8000 metri quadri, su due livelli, sembrerebbe essere tra i più grandi d’Europa

Il reparto ittico occupa l’intero piano terra, e vi assicuriamo che è uno spettacolo al quale poche volte si riesce ad assistere: 4000 metri quadri di solo pesce

Il Parco Naturale con la natura Prepotente

8 Ottavo Luogo

Fatta questa nuova esperienza, ritorniamo al nostro programma e ci portiamo all’ingresso del Parco Naturale di Molentargius

Il Parco è organizzato per percorsi tematici, e dovunque ci si trova è un trionfo prepotente della natura, flora, fauna, zone umide, saline, un complesso eterogeneo di interesse straordinario, tra percorsi, capanni per avvistamento fauna, itinerari tematici, non basterebbe una settimana per comprendere bene in quale contesto naturale ci troviamo.

La gelateria?….Gluten Free

9 Nono Luogo

Decidiamo dunque di fare una pausa pranzo veloce recandoci presso una gelateria, ma attenzione, è una gelateria decisamente particolare.

O meglio, è una gelateria artigianale di tipo tradizionale, che però offre anche una varietà importante di crepes dolci, ma anche salate, tanto da essere ormai diventato un Easy Restaurant Creperie, insomma una cosa veloce, leggera senza molto impegno e tempo.

Quello che ci occorre per riprenderci dalla fatica necessaria per esplorare il Parco, tutto naturalmente anche in versione Senza Glutine.Le soluzioni sono decisamente interessanti, singolari, nuove e leggere.

Esperienza gastronomica Senza Glutine

10 Decimo Luogo

Completiamo il nostro programma presso il parco e quindi poi ci riposiamo sul lungomare del Poetto dove sorseggiando un drink attendiamo di andare a cena da Man. Gia.

Un posto molto accogliente, ma soprattutto un luogo dove conoscono il problema in maniera profonda ed importante, ed è per questo motivo che l’offerta gastronomica consente di fare un’esperienza gastronomica importante ed unica.

Il menù è decisamente ben assortito, dalle paste fatte a mano 100% Gluten Free, alle pizze, ai dolci ed alle birre Senza Glutine.

Un posto dove si trova una cucina ricercata anche per i celiaci.

Soggiorno mare e servizi Gluten Free

4 Quarto giorno

Il quarto giorno programmiamo una giornata di relax tra mare e trattamenti della Spa, personalizzabili in ragione delle proprie necessità.

5 Quinto giorno

La città e la Sua Storia

11 Undicesimo Luogo

Il quinto giorno il nostro programma prevede la visita della Città

Iniziamo dal Bastione di Saint Remy, che è possibile visitare dal lunedì alla domenica dalle 10.00 alle 14.00 e dalle 15.00 alle 19.00 con un prezzo del biglietto intero pari a 3 €, il supplemento per la visita guidata e di 3 € a persona.

La passeggiata coperta e la terrazza, progettate nel 1896 da Giuseppe Costa e Fulgenzio Setti, sono composte da colonne in calcare di colore bianco e giallo con capitelli in stile corinzio.

Nel 1943, la scalinata e l’arco di trionfo furono gravemente danneggiati dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale; qualche tempo dopo però, le parti distrutte vennero ricostruite fedelmente.

Ottimo ristorante Gluten Free

12 Dodicesimo Luogo

Siamo in prossimità dell’ora di pranzo, e quindi decidiamo di rimanere in centro, anzi abbastanza vicini al Bastione decidiamo di andare ad esplorare questo, nuovo ristorante (per noi che non lo conoscevamo) che è Mangio Giusto

Locale moderno, fresco, giovane, con tante proposte mare, monti, vegetariano, e naturalmente tutto anche in versione Senza Glutine, ha anche un certificato di eccellenza da tripadvisor, che non guasta

Il Parco dei Cagliaritani

13 Tredicesimo Luogo

Il nostro programma del pomeriggio prevede la visita del Complesso di Bonaria (Santuario, Basilica, Museo, Monastero).

Rimane aperto dalle 06.30 alle 19.30, ed è proprio questo orario così ampio che ci consente di fare un salto al Parco di Monte Urpinu.

La collinetta verde dentro la città, acquistata dal Comune nel 1939 e primo parco urbano.E’ un parco popolato dalla massiccia presenza di flora e fauna, che i Cagliaritani utilizzano per fare sport tra il verde, decisamente un bel posto.

Rimane aperto dalle 07.00 alle 19.00/19.30/20.00 in ragione delle stagioni

La stratificazione storica

14 Quattordicesimo Luogo

Rinfrescati all’ombra del parco, ritorniamo al nostro programma ed al Complesso di Bonaria

Come anticipato il Complesso è costituito dalla piccola chiesa di origini trecentesche, che è quella più comunemente nota come Santuario, in Stile Gotico-Catalano, dalla Basilica del 1700 in stile neoclassico, dal monastero attiguo ed il Museo Il Santuario è officiato  dai padri Mercedari (L’Ordine di Santa Maria della Mercede è stato fondato da San Pietro Nolasco) che abitano l’attiguo convento.

Il Museo, che è possibile visitare tutti i giorni dalle 09.00 alle 12.00 e dalle 17.00 alle 19.00, custodisce gli ex-voto donati dai fedeli, modellini navali, reperti archeologici, preziosi arredi sacri e la cassa contenente la statua della Madonna di Bonaria al suo ritrovamento.

Artigianato e Pizza Gluten Free

15 Quindicesimo Luogo

Foto ceramicaAl termine del nostro programma giornaliero decidiamo di fare una visita ad Assemini, conosciuta come punto di riferimento per l’artigianato tradizionale ed in modo particola dell’arte ceramica, e naturalmente ne approfittiamo per mangiare una delle migliori Pizze Gluten Free di sempre dalla Pizzeria Sapore Antico

6 Sesto giorno

Soggiorno mare e servizi Gluten Free

Il sesto giorno il nostro programma prevede di rimanere in zona resort.

Ne approfittiamo per fare mare, ma con immersioni, peraltro il Sud della Sardegna è una delle mete più interessanti per chi ama le immersioni ed il diving.

Naturalmente utilizziamo tutti servizi dell’hotel per i celiaci dalla colazione alla cena in ragione proprie esigenze

7 Settimo giorno

Patrimonio Mondiale dell’Umanità

16 Sedicesimo Luogo

Il settimo giorno della nostra programmazione prevede la visita dell’Area Archeologica di Barumini, che rimane a circa 100 Km dalla nostra location di pernottamento.

Serve un minimo di organizzazione preventiva, perchè a Barumini e dintorni non sono disponibili locali e servizi per celiaci, e le uniche esistenti effettuano il servizio solo per la cena.

Ma appunto, organizzandoci per tempo, abbiamo comunicato la circostanza al nostro Hotel che ha provveduto a preparare un pranzo al sacco, naturalmente rigorosamente Gluten Free 

17 Diciassettesimo Luogo

La visita di Barumini, in questa occasione, l’abbiamo arricchita unendoci la visita del Nuraghe Arrubiu ad Orroli in modo tale da essere per l’ora di pranzo in prossimità del lago di Mulargia, ottima location per consumare il pranzo al sacco.

Il biglietto (Intero € 14.00 adulti) per la visita dell’Area Archeologica “Su Nuraxi” (dal 1997 Patrimonio Mondiale dell’Umanità), consente di visitare anche il polo museale, allestito all’interno della residenza della famiglia Aragonese degli Zapata alla fine del XVI secolo, ed il Centro di Comunicazione e Promozione del Patrimonio Culturale “Giovanni  Lilliu”,un’imponente struttura di concezione moderna realizzata per migliorare i servizi culturali e turistici del territorio.

Lo stesso biglietto consente di acquistare un biglietto a tariffa ridotta (4.00 €) per l’ingresso al Nuraghe Arrubiu

Lago e pranzo Glute Free

18 Diciottesimo Luogo

Effettuate le visite andiamo verso il lago artificiale di Mulargia, dove è possibile fare anche delle attività (pesca sportiva, escursioni in canoa o in kayak, o un giro in barca) per scoprire angoli nascosti e splendide insenature.

Rientrando in direzione dell’Hotel ci fermiamo, molto volentieri ancora una volta, da Man. Gia. confermandovi ancora una volta, che il locale continua a sorprenderci per organizzazione, pulizia, proposte e cucina Gluten Free di un livello decisamente alto

La Cattedrale dei Cagliaritani

19 Diciannovesimo Luogo

L’ottavo giorno, ahinoi è il giorno del rientro, e le partenze di rientro lasciano sempre un po di amaro in bocca, che però decidiamo subito di smaltire ed anticipare la partenza dall’Hotel per fare un’ultima visita a Cagliari, d’altra parte non si può lasciare Cagliari senza essere almeno entrati nella Cattedrale (Cattedrale di Santa Maria Assunta e Santa Cecilia).

Peraltro importante esempio gotico-romanico ridotta poi in forme tipiche del barocco genovese.

Il Bellissimo Palazzo Bianco ed il rientro

20 Ventesimo Luogo

Prima di rientrare in aeroporto riusciamo a fare una rapida visita esterna al Palazzo Civico di Cagliari,  l’edificio storico, sede del Comune, è un bellissimo palazzo in pietra bianca di fronte al porto che occupa un’ intero isolato, l’insediamento ufficiale del Consiglio Comunale avvenne nel 1915

A questo punto dobbiamo necessariamente andare in aeroporto consegnare la vettura mangiare qualcosa e superare i controlli di sicurezza

Otto giorni e sette notti intense, in cui si è visto quello che era possibile vedere in un programma di questo tipo.

Certo sono rimaste fuori diverse cose, anche importanti (Il Castello, La torre dell’Elefante e quella di San Pancrazio, Il Palazzo Reale, il Museo Archeologico e la Cittadella dei Musei, ecc)

E se consideriamo l’hinterland: Il nuraghe “Su Nuraxi (a Barumini), Villasimius, Costa Rei, ecc.

Quindi alla prossima occasione per riparlare quanto prima di Cagliari, magari per aggiornarvi sui Servizi indispensabili per i Viaggiatori Celiaci, ai quali offriamo un programma di viaggio ancora ulteriormente dettagliato rispetto a quello che avete avuto modo di vedere qui.

Nel programma di viaggio ci saranno tutti i servizi utili presenti sul territorio, naturalmente non solo per Cagliari e la Sardegna, ma su tutte le destinazioni del nostro catalogo, ed anche per quelle non presenti, sempre che nella destinazione considerata vi siano i servizi richiesti

Qui trovate tutte le soluzioni di viaggio per celiaci in Sardegna

Ma se non trovate la soluzione in linea con le vostre necessità, contattateci pure che vi aiuteremo nella ricerca.

A presto Linda & Antonio

 

 

Dai un’occhiata agli altri post:
Guida per l’alimentazione Fuori Casa Senza Glutine. Cosa è?

E’ stata appena consegnata la “Guida per l'alimentazione Fuori Casa senza glutine”. Ma cosa è questa guida, ormai disponibile anche Read more

Non è reato chiedere una proposta di viaggio anche Gluten Free

La richiesta E si è proprio così, non si commette un reato se ci chiedete una proposta di viaggio, beninteso Read more

Tre punti per Mangiare Senza Glutine evitando errori

1 La nostra esperienza Chiariamo subito che: non è sufficiente una vetrofania per definirsi Gluten Free!! A tale proposito vogliamo Read more

Il Prontuario degli alimenti Senza Glutine. A cosa serve?

E’ stato appena consegnato il “prontuario degli alimenti 2020-2021”. Ma cosa è il prontuario, ormai disponibile anche nelle app, ed Read more